Sanare la ferita del tradimento quando sembra impossibile

0
- Annuncio pubblicitario -
sanare ferita tradimento

La ferita del tradimento è una cicatrice emotiva che ha profonde ramificazioni perché è stata causata proprio dalle persone a noi più vicine – siano esse il partner, i figli, i genitori o gli amici – persone che non hanno mantenuto la promessa, non ci hanno protetto o confortato quando ne avevamo più bisogno o addirittura ci hanno mentito o rifiutato. Rimarginare la ferita del tradimento non è facile, ma è fondamentale non rimanere emotivamente bloccati in quell’evento, soprattutto se si vuole ritrovare fiducia nella vita e riallacciare rapporti pieni con gli altri.

Ci sono molti tradimenti, ma non tutti fanno male

Nel corso della vita possiamo subire molti tradimenti, ma non tutti lasceranno tracce. Non tutti i tradimenti diventano un trauma. Ma quando il tradimento arriva dalle persone a noi più vicine, quelle che abbiamo identificato come fonte di supporto emotivo, è più probabile che generi uno tsunami emotivo di proporzioni tali da minare il nostro equilibrio mentale e lasci una scia che è difficile da cancellare.

I tradimenti si trasformano spesso in traumi psicologici quando riguardano questioni per noi particolarmente importanti e significative, tanto che percepiamo queste azioni come un attacco in piena regola al nostro “Io”. Generalmente questo tipo di comportamento scatena reazioni emotive molto intense segnate da rabbia, delusione, disperazione, impotenza e delusione.

Il problema è che a volte il dolore del tradimento è tale che reagiamo costruendo un muro protettivo intorno a noi stessi. Partiamo dal presupposto che se le persone più vicine di cui ci fidavamo sono state capaci di tradirci, lo faranno anche tutti gli altri. Quando crediamo di non poterci fidare di nessuno, finiamo per allontanarci dagli altri e perdiamo la capacità di comprometterci, per paura che ci danneggino di nuovo.

- Annuncio pubblicitario -

Tuttavia, i muri che ci proteggono ci isolano anche. A lungo andare, ci impediranno di avere relazioni appaganti o di incontrare persone degne di fiducia. Corriamo persino il rischio di rielaborare tutta la nostra vita psichica attorno alla ferita lasciata dal tradimento.

I segni che rivelano che la ferita del tradimento è ancora aperta

Se abbiamo subito un tradimento importante che ci ha segnato, è probabile che indossiamo una maschera per nascondere quella ferita e proteggerci dalla nostra paura più atroce: sentirci nuovamente traditi. La maschera diventa il nostro unico meccanismo di protezione, al punto che possiamo arrivare a credere di essere così, quando in realtà è solo un comportamento appreso per garantire la nostra sopravvivenza psicologica.

Alcuni dei segni che possono rivelare che stiamo subendo un trauma dovuto al tradimento sono:

• Forte bisogno di controllare tutto, principalmente perché queste persone provano un livello di ansia molto alto di fronte all’incertezza e al libero arbitrio degli altri, dato che questo implica la possibilità di essere traditi. Ma queste persone confondono spesso il loro bisogno di controllo con un “carattere forte”. Di solito, infatti, sono molto gelosi e sentono il bisogno di osservare ogni passo del partner, degli amici o dei figli. Tuttavia, spesso mascherano il loro bisogno di controllo come fosse aiuto.

• Fobia della menzogna che va ben oltre la normale risposta all’insincerità o all’inganno. Come risultato di una ferita ancora aperta, queste persone hanno una reazione emotiva sproporzionata che fa loro perdere il controllo, passando facilmente e rapidamente dall’amore all’odio.

• Difficoltà a fidarsi degli altri, quindi sono molto esigenti e richiedono manifestazioni sproporzionate di affetto e lealtà. Queste persone hanno aspettative eccessivamente alte e sono molto critiche, rendendo loro difficile costruire relazioni. Tuttavia, trovano difficile capire perché gli altri non si fidano di loro e molte volte lo interpretano come un tradimento.

• Paura di mostrarsi vulnerabili, quindi nascondono ciò che provano. Queste persone fanno molta fatica ad aprirsi agli altri, sono molto riservate e talvolta anche emotivamente distanti perché hanno paura di mostrare i loro “punti deboli” e di essere nuovamente tradite.

- Annuncio Pubblicitario -

• Credono nell’idea “pensa male e avrai ragione”. Le persone tradite si formano un’immagine negativa del mondo, presumendo che non ci si possa fidare di nessuno, quindi si sentono molto sole. Sono anche molto dure nelle loro opinioni e hanno difficoltà a cedere perché vogliono sempre avere l’ultima parola. In fondo, credono che la ferita del tradimento dia loro autorità morale sugli altri e che sappiano veramente cos’è la vita.


Come curare la ferita del tradimento?

Un tradimento può segnarci. Può influenzare la nostra autostima e persino cambiare l’immagine che ci siamo formati del mondo e la percezione che abbiamo degli altri. Ma se non approfondiamo quel dolore, rimaniamo suoi prigionieri, nascosti dietro la maschera che usiamo per difenderci.

Per questo è importante evitare di restare ancorati all’esperienza del tradimento.

Per prima cosa dobbiamo osservare l’accaduto, come l’abbiamo vissuto, quali erano le circostanze e cosa abbiamo provato. Fare questo esercizio d’introspezione assumendo una distanza psicologica ci aiuterà a rivivere quanto accaduto con una nuova prospettiva.

Quindi dobbiamo identificare i comportamenti che ci feriscono, capirli e accettarli. Accettare il tradimento non significa accettarlo come buono o minimizzare il dolore che ci ha causato. Significa darci il permesso di andare avanti.

Ci sono mille e una ragione per cui le persone possono tradire gli altri, o perché erano convinte che fosse una bugia innocente o per semplice stanchezza. Ci sono anche motivi peggiori. Ovviamente. Ma l’obiettivo non è psicoanalizzare chi ci ha tradito, ma assumere ciò che ci è successo per integrarlo nella nostra storia vitale e voltare pagina.

Naturalmente, questo è un enorme lavoro psicologico che non si fa dall’oggi al domani. Dobbiamo essere consapevoli che potremmo aver alzato alcune barriere o indossiamo una maschera. Quando arriviamo a questo punto, è importante non recriminarci perché c’è il rischio di reindirizzare tutto l’odio e il risentimento che abbiamo provato verso la persona che ci ha tradito, verso noi stessi.

Dobbiamo semplicemente permettere a noi stessi di sentire il nostro dolore e tutte le emozioni spiacevoli. Rabbia, ira o tristezza o addirittura senso di colpa, una delle emozioni più difficili da riconoscere. Il passo successivo è renderci conto che il tradimento di una persona non condanna tutta l’umanità.

Tutti possiamo sbagliare, anche noi. Il tradimento, sebbene doloroso, è un’esperienza in più nella vita. Possiamo guarire la ferita con compassione e amore. Accettare le luci e le ombre che tutti abbiamo.

La entrada Sanare la ferita del tradimento quando sembra impossibile se publicó primero en Angolo della Psicologia.

- Annuncio pubblicitario -
Articolo precedenteSophie Codegoni è incinta: l’annuncio con Alessandro Basciano è dolcissimo
Prossimo articoloIlary Blasi e il nuovo fidanzato Bastian: come hanno reagito i social?
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!