Parlare molto o poco: cosa è meglio per fare una buona impressione?

0
- Annuncio pubblicitario -

Non c’è una seconda possibilità per fare una buona prima impressione. Che si tratti di un colloquio di lavoro, un primo appuntamento romantico o un incontro completamente casuale con uno sconosciuto, generalmente ci sforziamo di fare una buona impressione.

Ma rompere il ghiaccio non è sempre facile, tanto meno mantenere una conversazione fluida con qualcuno che abbiamo appena incontrato. In questi casi, di solito pecchiamo di default. La maggior parte delle persone pensa che per essere gentili e fare una buona impressione hanno bisogno di parlare meno e ascoltare di più. La scienza non è d’accordo.

Parlare molto ci aiuta a fare una migliore impressione

Uno studio condotto presso l’Università della Virginia ha rivelato che le persone tendono a pensare di dover parlare il 45% del tempo per essere gentili con qualcuno che hanno appena incontrato. Tuttavia, gli esperimenti indicano che si sbagliano.

I ricercatori hanno accoppiato persone sconosciute e hanno chiesto loro di parlare il 30, 40, 50, 60 o 70% del tempo. Così sono stati in grado di calcolare esattamente il tempo di utilizzo della parola.

- Annuncio pubblicitario -

Hanno scoperto che più i partecipanti parlavano, più piacevano ai loro nuovi interlocutori.

Non è l’unico studio che lo dimostra. Quasi un decennio prima, altri ricercatori hanno condotto un esperimento simile in cui hanno chiesto a una persona di parlare mentre l’altra ascoltava.

Dopo 12 minuti d’interazione, hanno scoperto che gli ascoltatori apprezzavano di più quelli che parlavano molto. Tuttavia, coloro che parlavano molto non mostravano la stessa simpatia per le persone che si limitavano ad ascoltare.

Il bias di reticenza e la tendenza a parlare poco

L’errata convinzione che essere più silenziosi ci farà sembrare più gentili e fare una migliore impressione è chiamata bias di reticenza. Questo pregiudizio deriva probabilmente dalla convinzione che per essere empatici dobbiamo ascoltare di più.

Senza dubbio, l’ascolto attivo fa parte dell’empatia, ma per connetterci emotivamente con gli altri dobbiamo anche aprirci. I ricercatori suggeriscono che uno dei motivi per cui le persone che parlano di più ci impressionano è perché ci permettono di saperne di più su di loro.

- Annuncio Pubblicitario -


Questa apertura ci aiuta a trovare più punti in comune, quindi è più facile per noi metterci nei loro panni. Le persone più aperte ed estroverse ci permettono anche di abbassare la guardia facendoci sentire a nostro agio. Evitano anche i silenzi imbarazzanti che si verificano con le persone a cui è necessario strappare le parole di bocca.

Infatti, i ricercatori spiegano che quando incontriamo una persona, soprattutto se non trascorriamo molto tempo con lei, generalmente ci formiamo solo una prima impressione globale. È difficile per noi pensare che sia intelligente, interessante o cinica perché la sensazione che ci trasmette dipende molto da ciò che proviamo durante la conversazione, quindi avremo un’impressione positiva o negativa.

Per questo motivo, se vogliamo fare una buona impressione e stabilire una connessione, probabilmente dobbiamo sbarazzarci del bias di reticenza e dovremmo sforzarci di parlare un po’ più del solito.

Naturalmente, questo non significa che dovremmo monopolizzare la conversazione. Travolgere l’altro impedendogli di parlare non ci aiuterà a fare bella figura, anzi, ma se siamo persone che parlano poco, dovremmo preoccuparci di parlare un po’ di più. È probabile che in questo modo la conversazione sarà più fluida e trasmetteremo un’immagine più aperta e positiva.

Fonti:



Hischi, Q. et. Al. (2022) Speak Up! Mistaken Beliefs About How Much to Talk in Conversations. Personality and Social Psychology Bulletin; 11: 10.1177.

Sprecher, S. et. Al. (2013) Effects of self-disclosure role on liking, closeness, and other impressions in get-acquainted interactions. Journal of Social and Personal Relationships; 30(4): 10.1177.

La entrada Parlare molto o poco: cosa è meglio per fare una buona impressione? se publicó primero en Angolo della Psicologia.

- Annuncio pubblicitario -

Articolo precedenteCaso Mughini-Lucarelli: il tribunale si è espresso. Ecco chi ha vinto la causa
Prossimo articoloKourtney Kardashian è incinta? La sua risposta non lascia spazio ai dubbi
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!