La moda contro il Coronavirus: da Kering a H&M, tutti impegnati per fornire mascherine agli ospedali

0
- Annuncio pubblicitario -

Dai marchi del lusso ai colossi del fast fashion, la corsa per la produzione di mascherine per gli ospedali

La lotta contro il Coronavirus in queste settimane si sta giocando negli ospedali ma non solo.



Il mondo della moda, che si era mobilitato già nelle prime settimane del fenomeno (*** Tutte le iniziative fashion per supportare la lotta contro il Coronavirus***), sta dando il suo contributo anche in queste ore per reperire e fornire mascherine e dispositivi di protezione individuali a medici, infermieri, operatori e sanitari.

I grandi gruppi del lusso non si sono tirati indietro: LVMH, che già la scorsa settimana aveva riconvertito la sua divisione di cosmesi e profumi per la produzione di gel disinfettanti, ha annunciato che da questa settimana farà arrivare dalla Cina circa 10 milioni di mascherine e altre 30 per le successive 3 settimane.

Il gruppo Kering ha disposto che in Francia i brand Saint Laurent e Balenciaga si attiveranno, appena ottenuto il nulla osta, nella produzione di mascherine anti Covid 19 (oltre a farne pervenire 3 milioni dalla Cina).

- Annuncio pubblicitario -

In Italia Gucci, marchio appartenente a Kering, che aveva donato agli inizi dell’emergenza 2 milioni di euro, fornirà 1.1. milioni di mascherine e 55 mila camici ai medici e operatori degli ospedali della Regione Toscana.

Ma non è stato solo il mondo del lusso a muoversi in questo senso, anche  il fast fashion ha risposto rapidamente alla chiamata.

- Annuncio Pubblicitario -


Il gruppo Inditex (di cui fanno parte Zara, Bershka, Pull & Bear e altri) ha messo a disposizione le sue filiere produttive e i sistemi logistici a favore degli ospedali e sta realizzando camici e tute per il personale degli ospedali.

In queste ore il colosso svedese H&M ha annunciato che, per aiutare a contrastare la diffusione della pandemia COVID-19, sta rapidamente riorganizzando la sua catena di fornitura per produrre dispositivi di protezione individuale da fornire a medici, infermieri e operatori sanitari.

Per consegnare i materiali il prima possibile, il gruppo utilizzerà l’intera catena di approvvigionamento, comprese le fasi di acquisto e logistica, ha fatto sapere il CEO Helena Helmersson.

Infine anche Mango si farà carico, attraverso la sua rete logistica, della distribuzione dei due milioni di mascherine tra i vari ospedali spagnoli, molti dei quali, al momento, si trovano in una situazione di carenza di materiale medico, indispensabile.

The post La moda contro il Coronavirus: da Kering a H&M, tutti impegnati per fornire mascherine agli ospedali appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -