Camihawke litiga con un tassista a Roma: il racconto social diventa virale

0
- Annuncio pubblicitario -
Camihawke

Camihawke, al secolo Camilla Boniardi, è nota per le sue parodie e racconti divertenti della sua quotidianità, sempre impregnati da una buona dose di ironia e sarcasmo. Ma quando è troppo, è troppo e non ci sono parodie o battute a salvare la situazione. Volata a Roma per assistere al concerto dei Fast Animals and Slow Kids, band rock fondata da Aimone Romizi fidanzato dell’influencer, Camilla ha raccontato di aver litigato con un tassista per essersi rifiutato di accettare carte di credito. Il tutto è stato raccontato sul suo seguitissimo profilo Instagram.

LEGGI ANCHE > Shakira rischia di andare in carcere? Ecco cos’è successo

Sul social, l’influencer ha raccontato nelle scorse ore: “Arrivata a Roma. Salita sul taxi sto già litigando perché ho chiesto cortesemente se avesse la carta di credito. Risposta: “per 10 euro di corsa al massimo preleva“. Questa frase supponente e arrogante del tassista ha subito fatto scattare la reazione di Camilla che ha risposto prontamente: “Dico: “no guardi, io non prelevo proprio un bel niente, gliel’ho chiesto per carineria visto che dovrebbe ormai essere obbligatorio avere il POS”.

Camihawke Tassista
Instagram screenshoot storie @camihawke

 

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio Pubblicitario -

LEGGI ANCHE > Blanco porta il papà sul palco a Roma: ai fan scende la lacrimuccia

Ma nonostante tutti i tentativi di Camihawke di far ragionare il tassista, quest’ultimo ha continuato a rifiutarsi di far pagare una corsa così “economica” con la carta di credito nonostante, come già anticipato dall’influencer, è obbligatorio per legge predisporre della modalità di pagamento elettronico. Inoltre il tassista, da ciò che riporta la ragazza, ha ribattuto: “Ma che ne so io mica lavoro con le banche“. Tuttavia, dopo numerosi scambi di battute, Camilla ha fatto sapere ai suoi followers di averla spuntata riuscendo a pagare con la carta di credito. L’influencer ha infatti aggiornato i fan nelle storie scrivendo: “Ho pagato con la carta, sono contenta di essermi fatta valere per una volta”.


LEGGI ANCHE > Eros Ramazzotti parla di Michelle Hunziker: “L’amore finisce, ma non l’affetto”

Camihawke Instagram stories: su TikTok l’incontro con il tassista razzista

Solo settimana scorsa ha pubblicato su TikTok due video nei quali ha raccontato un’altro episodio avvenuto su un taxi. In questi, Camihawke ha parlato di un tassista che lei chiama “Signor Giovanni” dall’indole razzista che durante la corsa ha intavolato un discorso sulla pericolosità dei paesi stranieri e del problema degli sfollati in stazione Centrale a Milano, concludendo con una frase qualunquista non apprezzata particolarmente dall’influencer. Infatti, il “Signor Giovanni” ha dichiarato infine: “Oggi signorina, ma domani madre. Speriamo!”. Ovviamente, l’aneddoto è stato ricordato con la solita ironia e simpatia che contraddistingue la ragazza, ma tutto ciò ha lo scopo di proporre una discussione e una riflessione. Molto spesso Camihawke si è fatta portavoce di alcune delle problematiche sociali che più affliggono il panorama italiano e ancora una volta è riuscita a porre l’attenzione su alcune questioni esistenti, ma di cui nessuno sembra preoccuparsene.

@camihawke #perte ♬ suono originale – camihawke

- Annuncio pubblicitario -