Burgess Meredith: una carriera da 100 film, non solo Mickey in Rocky

0
- Annuncio pubblicitario -

Burgess Meredith se lo ricordano tutti, ma forse non nel modo giusto in cui quest’attore deve essere ricordato. Perché lui non era solo Mickey, l’allenatore carismatico nei primi 3 capitoli di Rocky e in un flashback del quinto capitolo dove già la malattia se lo stava portando via, ma ha all’attivo più di 100 film





LA CARRIERA

Burgess Meredith è nato il 16 novembre 1907 a Cleveland, negli Stati Uniti, facendo lavori nella marina mercantile e come uomo d’affari fino al 1929, quando ha iniziato la sua carriera da attore. Tuttavia, prima di vederlo sul grande schermo, inizia ad esibirsi in spettacoli teatrali come alcuni classici di Shakespeare o in” Alice nel paese delle meraviglie ” nel 1993. Ha fatto il salto sul grande schermo nel 1936 con ” Winterset “, un film che aveva precedentemente recitato sul palco. Da qui la sua carriera sul grande schermo è stata estremamente prolifica lavorando su un gran numero di film di cui metteremo in evidenza quelli più famosi

Uno di questi è” What Women think “, un film in cui ha lavorato per la regia di Ernst Lubitsch e che era ancora una volta una versione di un’opera teatrale, in particolare ” Divorçons ” di Victorien Sardou ed Emile deNajac , un’opera che lo stesso Lubitsch aveva già portato nel cinema muto nel 1925. Era anche noto per film come ” Of Mice and Men ” nel 1939, che fu il primo adattamento cinematografico del romanzo di John Steinbeck o ” La storia di GI Joe ” nel 1945.

- Annuncio pubblicitario -

Col passare del tempo ha iniziato anche a lavorare non so come attore. Ad esempio, è stato uno sceneggiatore e produttore nel 1946 di ” Memorie di una fanciulla “, oltre alla produzione di un altro film 2 anni dopo intitolato in spagnolo ” Un sondaggio chiamato miracolo “. Ma non è rimasto lì. Lo abbiamo anche visto dirigere nel 1949 ” L’uomo sulla torre Eiffel “, un thriller basato sul romanzo dello scrittore belga Georges Simenon , ” La Tête d’un homme ” (La testa di un uomo) e dove oltre alla regia, recitato anche al fianco di Charles Laughton o Franchot Tone .


Ma nonostante i suoi primi passi al di fuori dell’obiettivo della macchina fotografica, dove ha fatto il suo meglio è stato come attore e la prova di ciò è il numero di serie televisive a cui ha partecipato, come ” Bonanza “, ” Unknown Dimension ” o ” Tail Gunner Joe “, con il quale è riuscito a vincere un Emmy; Ma se dobbiamo scegliere una serie in cui ha trionfato con il personaggio che ha interpretato, questa è la serie di Batman degli anni ’60, nel ruolo del Pinguino, un personaggio che ha mostrato le sue capacità di recitazione grazie agli infiniti monologhi a cui era abituato. Si ricordano anche il trucco, in particolar modo pancia gommosa e quel naso finto. Inoltre era anche noto per aver doppiato il personaggio animato Puff, il drago magico .

- Annuncio Pubblicitario -




Approdato negli anni settanta a ruoli di caratterista, recitò nel western Uomini e cobra (1970) di Joseph L. Mankiewicz, e ricevette due candidature all’Oscar come miglior attore non protagonista, nel 1976 per Il giorno della locusta (1975) e nel 1977 per Rocky (1976), nel quale diede vita al ruvido e anziano allenatore e manager di Rocky Balboa (Sylvester Stallone), Mickey Goldmill, personaggio che Meredith riprenderà nei due successivi capitoli della saga, Rocky II (1979) e Rocky III (1982) e che morirà negli spogliatoi senza poter assistere al match del suo pupillo contro il rivale Clubber Lang.

Dopo essere apparso per l’ultima volta sul grande schermo nel film That’s amore – Due improbabili seduttori (1995). Meredith morì nel 1997, all’età di 89 anni, per le conseguenze della malattia di Alzheimer

 




L’articolo Burgess Meredith: una carriera da 100 film, non solo Mickey in Rocky proviene da Noi degli 80-90.

- Annuncio pubblicitario -