Art Scholl: il pilota stunt che morì durante le riprese di Top Gun

0
- Annuncio pubblicitario -

Ogni film capolavoro ha il suo lato oscuro. Top Gun è uno dei film più amati degli anni 80 ma in pochi sanno che durante le riprese morì un pilota. Si chiamava Art Scholl.






ART SCHOLL

Durante le riprese di Top Gun nel 1985, un pilota di fama mondiale, Art Scholl, morì mentre eseguiva un’acrobazia per catturare delle scene per il film. Art Scholl era un pilota acrobatico che aveva anche una sua attività, Art Scholl Aviation, una scuola e attività di noleggio aeronautica. Scholl si laureò alla California State University in Aeronautica, insegnando infine  tecniche di aviazione a San Bernardino. Dopo aver insegnato per diciotto anni, Scholl ha diventò un pilota acrobatico Le riprese effettuate dalla telecamera aerea di Scholl sono apparse in molti spot pubblicitari, programmi televisivi e film tra cui The Right Stuff , The Great Waldo Pepper , Blue Thunder , The A-Team , CHiPs , Iron Eagle e Top Gun , il suo ultimo lavoro in un film.

- Annuncio pubblicitario -




L’INCIDENTE MORTALE IN TOP GUN

Scholl stava cercando di eseguire una rotazione piatta invertita (una rotazione capovolta), quando accadde qualcosa di inaspettato con l’aereo. Le ultime parole di Scholl furono “Ho un problema” (a un’altitudine di 3000 piedi) e “Ho davvero un problema” (a un’altitudine di 1500 piedi). L’incidente è avvenuto il 16 settembre 1985, con il pilota acrobatico Chuck Wentworth e il meccanico Kevin Kammer che seguivano Scholl su un altro aereo. Né il corpo di Art Scholl né il relitto dell’aereo sono stati recuperati, sebbene siano stati trovati detriti dall’incidente.

Una possibile spiegazione dell’incidente aereo sarebbe che, poiché sull’aereo era fissata una telecamera per effettuare le riprese, il peso dell’attrezzatura rendeva impossibile eseguire con successo l’acrobazia. Molte esperti osservarono che era semplicemente impossibile che Scholl potesse commettere un errore perché aveva eseguito con successo questa acrobazia molte volte. Oltre a questa spiegazione, non ci sono stati altri suggerimenti perché nessuno sa esattamente cosa è successo. Secondo un video che ricorda Scholl e il suo incidente, si diceva che Kammer e Wentworth seguissero l’aereo di Scholl mentre scendeva attraverso le nuvole, e non appena il loro aereo attraversò le nuvole, l’aereo di Scholl non fu più trovato.






Scholl stava cercando di eseguire una rotazione una rotazione capovolta, quando accadde qualcosa di inaspettato con l’aereo. Le ultime parole di Scholl furono “Ho un problema” (a un’altitudine di 3000 piedi) e “Ho davvero un problema” (a un’altitudine di 1500 piedi). L’incidente è avvenuto il 16 settembre 1985, con il pilota acrobatico Chuck Wentworth e il meccanico Kevin Kammer che seguivano Scholl su un altro aereo. Né il corpo di Art Scholl né il relitto dell’aereo sono stati recuperati, sebbene siano stati trovati detriti dall’incidente nell’Oceano Pacifico a cinque miglia da Encinitas

Una possibile spiegazione dell’incidente aereo sarebbe che, poiché sull’aereo era fissata una telecamera per catturare lo scenario, il peso dell’attrezzatura rendeva impossibile eseguire con successo l’acrobazia. Molti esperti osservarono che era semplicemente impossibile che Scholl potesse commettere un errore perché aveva eseguito con successo questa acrobazia molte volte. Oltre a questa spiegazione, non ci sono stati altri suggerimenti perché nessuno sa esattamente cosa è successo. 

- Annuncio Pubblicitario -


Video del cast di Top Gun che parla di Scholl:




Nella parte finale di Top Gun vi è proprio una dedica alla sua memoria. Purtroppo, né l’aereo S-2 di Art Pitts né il suo corpo furono mai recuperati, egli  lasciò sua moglie Judy, i suoi due figli, amici e collaboratori a molte domande senza risposta sulla sua morte.


L’articolo Art Scholl: il pilota stunt che morì durante le riprese di Top Gun proviene da Noi degli 80-90.

- Annuncio pubblicitario -