Papillon è un romanzo autobiografico scritto da Henri Charrière e pubblicato in Francia il 30 aprile 1969. L’opera letteraria offre una dettagliata cronaca dell’incarcerazione di Papillon (termine che in francese significa farfalla e usato nella storia come nomignolo di Charriere derivante da un suo tatuaggio sul suo petto) e della sua successiva fuga dalla colonia penale francese della Guyana. L’arco narrato, tra l’incarcerazione e la fuga, copre un periodo di 14 anni, dal 1931 al 1945.

Il romanzo scatenò anche diverse polemiche circa la veridicità delle esperienze di vita carceraria nelle colonie penali della Guyana francese. La critica mise in dubbio l’autenticità dei fatti raccontati da Charrière a causa delle incongruenze e dei paradossi riscontrati nella narrazione. Testimoni dell’epoca invece confermarono i metodi efferati utilizzati dal sistema giudiziario dell’epoca.





Nel 1973 dal romanzo fu tratto un omonimo film di grande successo, diretto da Franklin Schaffner ed interpretato da Steve McQueen e Dustin Hoffman. Si trattò di un film piuttosto costoso per l’epoca (13,5 milioni di dollari), perché venne girato in luoghi remoti e di difficile accesso Fortunatamente i costi di produzione vennero ben sostenuti da un ottima risposta al botteghino, che fruttò più di 53 milioni di dollari. 

Il film conobbe un tale successo che ad esso si ispirò, qualche tempo dopo, un film-parodia, Farfallon (1974), interpretato da Franco Franchi e Ciccio Ingrassia, per la regia di Riccardo Pazzaglia.

Nel 2017 è stato realizzato anche un remake, intitolato sempre Papillon, con protagonisti Charlie Hunnam e Rami Malek.


L’articolo Papillon (1973): tutte le curiosità sulla vera storia che ha ispirato il film proviene da Noi degli 80-90.

Buy traffic for your website