5 regole per combattere la ritenzione idrica

0
- Annuncio pubblicitario -

Gambe ( desktop)gambe (mobile)

La ritenzione idrica si combatte attraverso buone abitudini da mettere in atto con regolarità modificando il proprio stile di vita: eccone 5 che funzionano

La ritenzione idrica è una nemica giurata di (quasi) tutte le donne, democratica nel colpire e difficile da debellare, perché non c’è niente che abbia un’azione risolutiva per sempre.

In compenso, la buona notizia è che ci sono una serie di accortezze che ne rimandano la comparsa, ne attenuano i segni ed eliminano il fastidio della percezione di gonfiore. 

** 5 rimedi pratici per far sparire la ritenzione idrica **

A partire da quello che si mangia, quello che si beve, il movimento e lo stile di vita: ecco 5 regole facili da seguire (e che funzionano davvero) per combattere la ritenzione idrica.

- Annuncio pubblicitario -

(Continua sotto la foto)

02-cucchiaio-sale-dieta

1. Eliminate insaccati e prodotti confezionati dal frigorifero

La prima cosa da fare quando ci si sente gonfi è quella di ripulire il frigorifero di tutti gli alimenti confezionati.



Sono ricchi di sale, la prima causa (esterna al corpo) responsabile della ritenzione idrica.

** Ritenzione idrica: 5 errori da non commettere a tavola **

** Dieta dei sette giorni per sgonfiarsi e combattere la ritenzione idrica **

2. Bevete più acqua e tisane

L’acqua è fondamentale per contrastare i ristagni e favorire lo smaltimento dei liquidi in eccesso.

- Annuncio Pubblicitario -


** Dieta dell’acqua giapponese: le regole della dieta anti ritenzione **

L’ideale è berne almeno 2 litri al giorno e scegliendola povera di sodio. 

Se non riuscite a bere abbastanza acqua vanno benissimo anche thé e tisane.

Da limitare al massimo invece caffè, bibite e alcolici.

3. Provate la doccia scozzese

Basta alternare sotto la doccia getti di acqua calda a getti di acqua fredda.

Iniziate con qualche minuto di acqua calda e poi restate un paio di minuti sotto l’acqua fredda, ripetendo più volte l’operazione.

Aiuta a contrastare i gonfiori e la ritenzione idrica, donando sollievo a piedi, gambe e caviglie stanche e pesanti.

gambe donna ( mobile)

4. Fate attività fisica, ma quella giusta

Il movimento è fondamentale perché aiuta la circolazione, ma non tutte le discipline sono consigliabili, anzi: gli sport di potenza, di tipo anaerobico, vanno evitati perché si basano su uno sforzo intenso prodotto in un breve lasso di tempo che porta alla formazione di acido lattico, un metabolita che con la cellulite va a braccetto.

L’acido lattico infatti forma tossine muscolari che intralciano la circolazione sanguigna e la conseguente ossigenazione dei tessuti, dunque evitate la corsa veloce, lo spinning così come il sollevamento pesi.

Gli impatti sul terreno che avvengono durante la corsa, inoltre, possono causare microlacerazioni alle membrane delle cellule adipose, peggiorando sensibilmente sul lungo periodo la texture a buccia d’arancia.

Scegliete invece l’attività fisica di tipo aerobico, di bassa intensità e di lunga durata: camminate, bicicletta e brevi nuotate sono le migliori amiche per combattere ritenzione e cellulite.

Una soluzione da mettere in atto a casa? Fate le scale (invece di prendere l’ascensore) e, con la musica nelle orecchie, ballate per 10 minuti al giorno.

** 6 esercizi da fare a casa per un sedere perfetto in poche settimane **

5. Sollevate le gambe 10 minuti al giorno

Per contrastare la pesantezza prima di andare a dormire o ogni volta che ne sentite la necessità tenete per circa 10 minuti le gambe sollevate in aria.

Favorisce la circolazione e fatto con regolarità vi darà sollievo evidente.

The post 5 regole per combattere la ritenzione idrica appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -