Re Carlo III licenzia i dipendenti di Clarence House in vista del trasferimento: “Ormai non servite più”

0
- Annuncio pubblicitario -
Principe Carlo Harry riavvicinamento

Giovedì scorso è arrivata la notizia sconcertante della morte della regina Elisabetta II. A prendere il suo posto è stato il primo erede in linea di successione, il primogenito Re Carlo III. Il nuovo monarca non ha fatto mistero di voler attuare dei leggeri cambiamenti alla linea intrapresa dalla madre ed uno di questi è stato il voler licenziare fino a 100 dipendenti che hanno lavorato a Clarence House. Secondo il The Guardian questi ultimi hanno ricevuto l’avviso di licenziamento durante il servizio per la defunta monarca a St. Cattedrale di Giles a Edimburgo, in Scozia.


LEGGI ANCHE > Re Carlo III, dove vivrà? Si pensa non a Buckingham Palace

I dipendenti del personale di Clarence House, vecchia residenza del Re Carlo III, sono stati avvisati di un potenziale congedo. Sempre secondo The Guardian, ciò avverrebbe perché le operazioni di ufficio del nuovo re e della nuova regina si sposterebbero a Buckingham Palace o in un’altra residenza ufficiale. Lunedì è arrivata la comunicazione a decine di dipendenti tra i quali segretari privati, il team di comunicazione, il personale domestico e l’ufficio finanziario di Clarence House.

Re Carlo III proclamazione

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio Pubblicitario -

Foto: PA Wire/PA Images / IPALEGGI ANCHE > Carlo e Camilla senza tregua: parla il sedicente “figlio illegittimo” Simon

Questa comunicazione è avvenuta attraverso una lettera del massimo aiutante del re, Sir Clive Alderton. In questa si può leggere: “Il cambiamento di ruolo per i nostri presidi significherà anche un cambiamento per il team di gestione della casa. Il portafoglio di lavori precedentemente a sostegno degli interessi personali dell’ex principe di Galles, le ex attività e le operazioni domestiche non saranno più svolte e coloro che si occupano della residenza Clarence House verranno congedati. Si prevede quindi che la necessità di posti principalmente con sede a Clarence House, non sarà più necessaria”.

LEGGI ANCHE > Carlo III, il primo discorso del re alla nazione: “Oggi rinnovo la promessa di mia madre”

Re Carlo III Clarence House dipendenti: “Vi daremo supporto in futuro”

Alderton ha aggiunto: “Riconosco che questa notizia possa spaventare e volevo farvi sapere del supporto che vi daremo in futuro”. Infatti, nel comunicato è stato affermato che i dipendenti che hanno un rapporto diretto con il sovrano avrebbero mantenuto il loro ruolo. Ma, allo stesso tempo, coloro che sarebbero stati licenziati avranno un aumento dell’ultima busta paga e un’assistenza nella ricerca di nuovi posti di lavoro. Infine, Alderton ha concluso: “Il nostro personale ha fornito un servizio lungo e fedele e, mentre alcuni licenziamenti saranno inevitabili, stiamo lavorando con urgenza per identificare ruoli alternativi per il maggior numero di personale”.

- Annuncio pubblicitario -
Articolo precedenteRyan Reynolds fa una colonscopia e riprende tutto in un video: ecco perché
Prossimo articoloTotti e Ilary verso una tregua? Si inizia a parlare di un accordo
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!