MAKE UP, MODA E HAIRSTYLE DA MILANO 2018

1
- Annuncio pubblicitario -








Milano capitale della moda italiana anche per il 2018 ha nuovamente stupito.

Dopo New York e Londra ha dettato le tendenze e non solo nel fashion. Milano detiene insieme a Parigi alcuni dei backstage più importanti per ogni stagione. Ma cosa succede dietro le quinte fra top model e artisti esperti della bellezza mondiale?

Make up quasi da effetti speciali ma sempre con l’inconfondibile grande stile che si gusta nelle sfilate Gucci li dove si possono ammirare ciglia e sopracciglia decolorate su visi stilizzati anni ’70 che si fondono agli anni ’80. Nel mondo estetico idealista di Gucci tutto è possibile, anche vedere una modella con un make up che crea un terzo occhio tridimensionale al centro della fronte.

Anche nell’hairstayling la fantasia galoppa con volumi esagerati e textature di ricci fitti, forme e stili che fanno immergere negli anni’80 in una dimensione parallela dando soddisfazione alla massima espressione di libertà.

- Annuncio pubblicitario -

N 21 presenta e ripropone due tipi di look del vintage e del neo grunge, con capelli texturizzati, piatti o ultra con volume sulla zona frontale impreziosito dalla maestria dei Make up Artist con creazioni di occhi da felino grafici o su labbra carnose rosso fragola. La sapiente miscela di elementi iconici Sixties è alla base del beauty look: caschetti dai volumi bon ton e un make up incentrato su maxi ciglia finta e sopracciglia spesse, virgole di eyeliner vinilico e rossetti pink social fucsia, tecniche artistiche sulla base del richiestissimo Make up Instagram che sta spopolando nel web e che è in grado di esaltare e enfatizzare i maniaci dei selfie.

Si abbina la manicure rivisitata con una frenchversione “reverse”, contrastata dal colore lunetta in due sfumature in rosa.

È lei, Max Mara. La sua donna sexy, grintosa, selvaggia sono per lei gli ingredienti per rappresentare un beauty look che onora la forza della donna. I Make up Artist Max Mara propongono due stili: uno smokey eye blue derivante dall’arte Pencil Technique Make up con l’ala leggermente sfumata a trasmettere uno sguardo profondo e moderno con punte di arte pop e con rossetti mat insieme alla pelle, opaca e esaltata per dare forza ai tratti del viso. Il ruolo a contrasto dell’hairstyle è fondamentale anche se semplice con un raccolto che enfatizza l’intero volto come a dare una sembianza da guerriera aliena.

È il momento di Alberta Ferretti che con disinvoltura presenta la sua idea del bello e della bellezza in sé fra tecniche di eyeliner all’avanguardia e onde semplici fra i capelli.

Con il backstage Fendi vede le ragazze illuminate con un nude look, un punto luce sullo sguardo e chiome bon ton.
Anche Prada si esprime con due look con chioma wet spettinata all’indietro: un makeup total nude e alcuni “eye gioiello” in colori fluo come la collezione, viola, verde, arancio, e Svarovski, creazioni uniche del genio Pat McGrath.

Tod’smeraviglia non con splendide modelle ma con meravigliosi cuccioli che in futuro riserveranno sorprese.
Le “cool girls” di Blumarine si regalano le chiome a onde dei sogni grazie al guru dell’hairstle Sam McKnight, alza il tasso di stupore il backstage Antonio Marras, uno dei più fantasiosi della moda di quest’anno, con le sue top model trasportate da una nave tra brezza marina e banane bon ton, sguardi infuocati di nero, rosso e rouge noir, rivisitazione di ricordi punk.

Da Etro, meravigliose modelle attraversano le praterie con capelli al vento, mentre quelle di Roberto Cavalli già agghindate per un concerto, con i loro cat eye, chiome bagnate e appuntate all’indietro con le dita, stile rock star. Si chiude con il glamour polished di Versace: super top degli anni 2000 (Zimmermann e Vodianova) splendono in un nude look tutto luci di Pat McGrath e dai capelli “extralusso” di Guido Palau.

Le altre protagonista della bellezza sono le donne viaggiatrici di Giorgio Armani e qui c’è stile e stile con il suo chic inconfondibile. Le immagina come meravigliose cosmopolite sofisticate sempre in giro per il mondo, ammirando poi quelle più libere e selvagge di Missoni, tutte capelli scompigliati dal vento caldo del deserto che sussurra alle orecchie poesie sia di giorno ma anche di notte(ovvero roventi piastre piastre ghd) oppure raccolti in tessuti pregiati che impreziosiscono dei visi baciati dal sole cocente in uno stile orientale degno di essere protagonista delle avventure de “Le mille e una notte”. Qui il make up si fa magico e sensuale grazie ai colori caldi del deserto espresse nella tecnica Arabian Night.

Trucco e parrucco, Arte e bellezza, stile e visioni sono le basi indispensabili per fare la moda e le tendenze Made in Italy.

- Annuncio pubblicitario -








1 COMMENT

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.