LIVE DA LONDRA: Il funerale della Regina, i bambini e le sedie da campeggio

0
- Annuncio pubblicitario -
Green Park Londra Regina Elisabetta

Il giorno dei funerali di Sua Maestà la Regina Elizabetta II è infine arrivato, dopo essere stato minuziosamente programmato in ogni suo dettaglio nel corso degli ultimi cinquant’anni. La Sovrana è scomparsa all’età di 96 anni dodici giorni fa, dopo un regno durato più di settant’anni. Un lungo itinerario ha condotto il suo feretro dalla dimora di Balmoral, dove la sovrana si è spenta, fino a Buckingham Palace e poi a Westminster Hall, dove in questi giorni più di quattrocento mila persone le hanno reso omaggio.


LEGGI ANCHE > LIVE BLOG – Addio alla Regina Elisabetta: il racconto dei funerali direttamente da Londra

Gli inglesi erano pronti a questo momento? Forse non del tutto, considerato che in molti ci hanno detto essere stato un vero e proprio “fulmine a ciel sereno”. D’altronde la Regina Elisabetta era diventata ormai una presenza così costante da essere data quasi per scontata, come se fosse destinata a vivere per sempre. A colpire, d’altro canto, è l’organizzazione capillare ed efficiente con cui la città di Londra ha allestito un evento di portata internazionale e al contempo estremamente intimo. Intimo perché si percepisce il sentimento di unione che lega tutte le persone che si stanno riversando per le strade per un solo ed unico motivo: salutare per l’ultima volta uno dei simboli più iconici del loro Paese. E lo stanno facendo con una gioia che sublima il giorno di dolore – coperto, forse non per caso, dal tipico cielo plumbeo londinese – trasformandolo in un momento di collettiva solidarietà. Un qualcosa che forse in Italia non abbiamo mai davvero sperimentato, se non fosse per i pochi giorni in cui, all’inizio della pandemia, intonavamo l’Inno di Mameli dai balconi alle 18 in punto.

- Annuncio Pubblicitario -

LIVE DA LONDRA: Il funerale della Regina, i bambini e le sedie da campeggio
Foto: Rumors.it

Funerali Regina Elisabetta: le persone accalcate intorno alle transenne

LEGGI ANCHE > La Principessa Charlotte romperà il protocollo ai funerali della Regina: ecco perché

- Annuncio pubblicitario -

Le strade e i parchi che costeggiano il percorso che il feretro della Regina Elisabetta attraverserà, seguito a piedi da figli e nipoti, si sono riempite di persone fin dalle prime ore del mattino. Per non parlare di tutti quelli che con le tende si sono accampati in prossimità delle transenne ormai da giorni. Quello che più fa sorridere, spostandosi tra la gente, è osservare il dispiegamento di sedie da campeggio che spuntano come funghi su prati e marciapiedi. E poi ci sono i bambini, partecipi e al contempo quasi inconsapevoli: qualcuno fa un disegno, altri giocano a Forza Quattro, mentre i più incontenibili corrono da una parte all’altra. La sensazione è quella di trovarsi in un giorno di Ferragosto nella più frequentata delle zone da picnic: le persone mangiano qualche sandwich, qualcuno beve un the caldo e i più stanchi fanno un sonnellino sui plaid distesi tra le foglie.

LEGGI ANCHE > Kate Middleton, il racconto sul figlio Louis: “Fa tante domande sulla morte della bisnonna”

Tutto si svolge nel silenzio e nella più pacifica concordia: nessuno schiamazzo, nessun litigio, nessuna baruffa per accaparrarsi il miglior posto. Le persone stanno in piedi da ore senza muoversi di un passo, attente a non perdere la posizione che con fatica hanno conquistato. Noi siamo qui, in mezzo a questo ordinato fermento, rispettosi di fronte a una simile dimostrazione di unità e affetto. Da St. James Park è tutto, and God Save the King.

- Annuncio pubblicitario -
Articolo precedenteL’avvocato di Ilary Blasi rivela: “Nessun messaggio bollente con altri uomini”
Prossimo articoloLa frequentazione tra Elodie e Iannone è ormai certezza, ma quando è iniziata?
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!