E le stelle stanno a guardare…

0
Principessa Grace Kelly
- Annuncio pubblicitario -

Grace Kelly, la “Principessa” di Hollywood

Grace Kelly, Filadelfia 1929 – 1982

I° Parte

- Annuncio pubblicitario -

Se Rita Hayworth era l’incarnazione della bellezza, della sensualità provocante ed ammaliatrice, una calamita in grado di attirare gli sguardi ed i pensieri più inconfessabili degli uomini, Audrey Hepburn era la grazia, lo stile, l’eleganza fatta persona, dove ogni singola movenza, anche la più semplice e banale, diventava arte. Nel panorama di Hollywood soltanto un’artista è stata in grado di raccogliere queste qualità e concentrarle dentro di sé. La sua è una storia che spesso è stata definita una fiaba. Le fiabe, però, hanno sempre un lieto fine. La sua vita, per quanto meravigliosa ed apparentemente simile ad una favola, ha avuto un tragico epilogo che l’ha consegnata direttamente alla storia. 



Per trovare una definizione che dia l’idea del personaggio di Grace Kelly, potremmo prendere in prestito il titolo di un film diretto dal regista che più di ogni altro ha esaltato il suo talento e la sua personalità. Il regista è Alfred Hitchcock, il film: “La donna che visse due volte”, capolavoro del regista britannico datato 1958 ed interpretato da James Stewart e Kim Novak. La vita di Grace Kelly, infatti, la si può suddividere in due grandi capitoli. Il primo che narra gli anni dell’esordio e del quasi immediato successo nel mondo del cinema dove le sono bastati cinque anni, soltanto cinque anni, per entrare di diritto nel firmamento di Hollywood. Recitare, una grande passione che si concluderà definitivamente nel 1956. Il secondo ed ultimo capitolo è quello che ci accompagnerà fino al 1982, anno della sua tragica e prematura scomparsa.

Il matrimonio del secolo

È il 1956 quando Grace Kelly sposa il Principe Ranieri di Monaco. Da quel giorno la sua vita cambiava radicalmente. La splendida e famosa attrice diventava Principessa di Monaco e da quel momento non è più esistita Grace Kelly, ma soltanto la Principessa Grace. Tutto è avvenuto ad una velocità inimmaginabile. Gli esordi cinematografici e subito le prime scritture in film epocali, l’incontro con Alfred Hitchcock fino al premio più ambito, l’Oscar, il sogno che diventava realtà. Tutto meraviglioso, tutto così in fretta, tutto troppo veloce. Come la sua auto che, quella notte del 13 settembre 1982, forse andava davvero troppo veloce sulla “Moyenne Corniche”, esattamente la stessa strada che Grace Kelly percorse a tutta velocità nel film “Caccia al ladro” con Cary Grant.

Anche questo particolare ha reso la sua morte ancora più tragicamente iconica. Quel medesimo tratto di strada che lei aveva percorso con a fianco Cary Grant, in uno dei film erroneamente definiti minori di Hitchcock, aveva sancito la sua scomparsa. Un’uscita di strada ed il precipitare in un burrone avevano spento definitivamente i riflettori sulla sua esistenza. Dopo poco più di venticinque anni terminava tragicamente la favola di Grace Kelly / Principessa Grace. Era quasi la mezzanotte del 13 settembre 1982, quando l’emittente monegasca Telemontecarlo diede l’annuncio dell’incidente. La principessa morirà il giorno successivo, il 14 settembre, a soli 52 anni.

Il lascito della Principessa Grace

A quasi quarant’anni dalla sua morte cosa ci rimane della Principessa Grace? Molto. La sua ereditaria grazia e bellezza la si può notare ancora nella sua primogenita Carolina e nella figlia di lei, Charlotte Casiraghi. Nei loro volti, nei loro sorrisi, a volte malinconici, vi è il viso ed il sorriso della principessa. Grace Kelly appena giunse a Monaco, portò la sua gioventù, la sua bellezza ed il suo glamour, la Principessa Grace fece diventare grande il Principato, trasformando quel piccolo regno sconosciuto ai più in un polo di attrazione mondiale dove grande economia e mondanità, solidarietà e divertimento viaggiavano sempre insieme. Quella di Grace Kelly forse non è stata propriamente una favola, per via del tragico epilogo, ma è stata, senza dubbio, una meravigliosa storia d’amore con il suo piccolo regno incantato.

- Annuncio Pubblicitario -


Biografia di Grace Kelly

Grace Patricia Kelly nasce a Filadelfia in una famiglia agiata di origine irlandese: il padre è un industriale, la madre una modella. Lo zio, George Kelly, è un famoso commediografo vincitore del Premio Pulitzer. Dopo la laurea si trasferisce a New York e studia all’Accademia di Arte Drammatica coltivando il sogno, non condiviso dalla famiglia, di diventare attrice. Dopo una particina in “La quattordicesima ora” (1951), nel 1952 a soli 23 anni, ottiene una parte importante in “Mezzogiorno di fuoco” (1952), a fianco di Gary Cooper. Il film riscuote un grande successo e la rende popolare. L’anno dopo recita in “Mogambo” (1953). A condividere la scena con la giovane Grace, Clarke Gable e Ava Gardner.

Poi l’incontro decisivo per la sua carriera, quello con il regista Alfred Hitchcock che le affida il ruolo di protagonista nel film: “Il delitto perfetto” (1954) e la riconferma attrice principale nel suo successivo capolavoro: “La finestra sul cortile” (1954). Il geniale regista britannico conierà per lei una definizione rimasta negli annali della storia del cinema, “ghiaccio bollente” per la sua aria apparentemente gelida ma parimenti allusiva. Nel 1955, dopo soltanto quattro anni dall’esordio, vince l’Oscar come attrice protagonista per il film “La ragazza di campagna” di George Seaton. Lo stesso anno torna a recitare per Hitchcock in “Caccia al ladro” accanto a Cary Grant, ambientato in quella Costa Azzurra, che diventerà presto la sua casa quando si unirà in matrimonio con il principe Ranieri.

L’incontro con il principe Ranieri di Monaco

L’incontro fra il principe e l’attrice avviene esattamente un anno dopo, nel 1956, al Festival di Cannes, durante la presentazione de “La ragazza di campagna”. Il principe rimase incantato dalla straordinaria bellezza dell’attrice e chiese ben presto a Grace Kelly di diventare sua moglie. Passarono soltanto una manciata di settimane ed ecco servito l’evento che un intero regno attendeva. Il 18 aprile in forma civile ed il giorno seguente,19 aprile 1956 in forma religiosa furono celebrate le nozze. Fu considerato il primo matrimonio mediatico del secolo. Soltanto le nozze tra Carlo d’Inghilterra e Lady Diana possono essere paragonate a quelle che si celebrarono nel Principato. Dal matrimonio tra Ranieri e Grace Kelly nacquero tre figli, Carolina nel 1957, Alberto l’anno dopo e Stefania nel 1966.

Continua, uscita II° parte lunedì 16 agosto 2021

Articolo di Stefano Vori

- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.