Fondazione Prada e MUBI: in streaming durante la quarantena una rassegna di flop d’autore

0
- Annuncio pubblicitario -

Fondazione Prada

, la realtà milanese munita di uno dei cinema più belli d’Italia chiuso però come il resto delle sale italiane, corre ai ripari. E assieme a MUBI, piattaforma di streaming doc, lancia per la quarantena la mini rassegna tutta gratis Perfect Failures: fallimenti perfetti. Film che all’uscita sono stati un insuccesso, per colpa di un botteghino magro – magari unito a stroncature clamorose quanto perfide. Che però possono anche non corrispondere a un giudizio onesto di qualità. Come è appunto capitato a questi titoli bistrattati e ridicolizzati per trama e sensibilità, a cui il tempo ha invece riservato uno status tardivo di autorevolezza. Perché i critici erano miopi, la massa ottusa, il tempismo della denuncia troppo anticipato.

- Annuncio pubblicitario -

È appunto questa splendore “postumo” che la rassegna attiva dal 5 aprile su MUBI vuole sottolineare. Con una manciata di flop d’autore di grandi registi troppo ambiziosi o troppo legati a un linguaggio obsoleto per l’epoca, oggi superbamente classico.

- Annuncio Pubblicitario -


fondazione prada nubi

“Fedora”, 1978.

Gli insuccessi di Fondazione Prada – MUBI

Southland Tales – Così finisce il mondo di Richard Kelly il primo (2006). Seguito da La contessa di Hong Kong di Charlie Chaplin, 1967; Fedora di Billy Wilder, 1978; Night Moves di Kelly Reichardt, 2013; Un divano a New York di Chantal Akerman, 1996 e Showgirls di Paul Verhoeven, 1995.

Effettivamente inciampi conclamati. Tra cui due film terminali di due grandi del cinema: l’ulimo di Charlie Chaplin con Sophia Loren e Marlon Brando, accusato di involuzione e asservimento ai codici hollywoodiani della commedia sentimentale; e il canto del cigno di Billy Wilder, percepito come una rimessa in circolazione asfittica del suo Viale del tramontoe lanciato senza alcun entusiasmo a fine anni Settanta in pochi paesi. Showgirls invece fu lanciato in pompa magna, con una campagna a tappeto solleticante il mai visto prima. Lo sguardo camp e iper riutilizzato a sostegno di un Eva contro Eva ambientato nel mondo delle ballerine di Las Vegas tenne però lontano anche i voyeur più incontenibili. Assieme alla critica, che ha rivalutato l’opera di Verhoeven come il ritratto onesto quanto satirico dell’arrivismo violento connaturato all’America.

A sostegno di Perfect Failures in una sezione del sito di Fondazione Prada saranno pubblicati a scadenza settimanale materiale di approfondimento, content sull’esperienza dello streaming e informazioni generali suoi film.



fondazione prada Mubi

Marlon Brando e Sophia Loren in “La contessa di Hong Kong”, 1967.

L’articolo Fondazione Prada e MUBI: in streaming durante la quarantena una rassegna di flop d’autore sembra essere il primo su iO Donna.

- Annuncio pubblicitario -