Ex attore di Riverdale confessa l’omicidio della madre: voleva assassinare anche il primo ministro

0
- Annuncio pubblicitario -

Ryan Grantham

L’ex attore di Riverdale, Ryan Grantham, pare avesse in programma di uccidere il primo ministro canadese, Justin Trudeau. Non è la prima volta che la Corte sente il suo nome. Infatti, a marzo del 2020, Ryan si è dichiarato colpevole dell’omicidio di sua madre, Barbara Waite. Durante il processo, tenutosi in questi giorni, le accuse si sono duplicate. Oltre che l’omicidio della madre, il ragazzo è anche accusato di complotto contro il Primo Ministro canadese. Secondo il codice penale del Canada la condanna per questo genere di accuse prevede dai 10 ai 25 anni di carcere prima di poter richiedere la condizionale. In questo caso, si sta valutando di dare al ragazzo la pena massima.

LEGGI ANCHE > Alec Baldwin sotto scacco: i familiari di Halyna Hutchins gli fanno causa per omicidio colposo

Pare che volesse uccidere il premier canadese Justin Trudeau, ma la madre ha cercato di fermarlo così lui l’ha uccisa. Sono dettagli agghiaccianti quelli che Ryan ha confessato davanti al tribunale. Dopo averla uccisa, ha coperto il corpo con un lenzuolo e l’ha circondato di rosari e candele. Dopodiché, è salito in macchina caricandola con tre pistole, bottiglie molotov, munizioni, rifornimenti per il campeggio e una mappa con le indicazioni che hanno portato al Rideau Cottage di Ottawa, dove vivono Trudeau e la sua famiglia. Una volto giunto qui, il ragazzo si è costituito. Le sue parole dette ad un ufficiale della polizia di Vancouver sono state chiare e dirette: “Ho ucciso mia madre”.

- Annuncio Pubblicitario -




Ex attore di Riverdale confessa l'omicidio della madre: voleva assassinare anche il primo ministro
Foto: Ufficio Stampa

LEGGI ANCHE > Arrestato il rapper SilentO: accusato di omicidio con arma da fuoco

- Annuncio pubblicitario -

Alla sua condanna del 15 giugno 2022, Grantham ha letto una dichiarazione davanti alla corte chiedendo umilmente “scusa“. “Non posso spiegare o giustificare le mie azioni. Non ho scuse”, ha detto Grantham. “Mi fa male pensare che ho sprecato la mia vita”. Ha aggiunto: “Di fronte a qualcosa di così orribile, chiedere scusa sembra così inutile. Ma da ogni fibra del mio essere, mi dispiace“. L’avvocato del ragazzo, Chris Johnson, sostiene che la malattia mentale di Ryan ha avuto un ruolo fondamentale nelle sue scelte. Per Johnson, il ragazzo ha ucciso la madre al fine di impedirle di vedere cosa stava per fare al primo ministro.

LEGGI ANCHE > Hagen Mills: tragico omicidio-suicidio per l’attore di Baskets

Ryan Grantham Riverdale, l’attore si è dichiarato colpevole

Ryan Grantham ha ucciso la madre colpendola alla nuca mentre stava suonando il piano forte, poi si è diretto verso l’abitazione del primo ministro canadese con lo stesso intento. Ma una volta giunto in loco si è rivolto alla polizia di Vancouver prima di fare del male a chiunque altro e si è dichiarato colpevole. Ma chi è Ryan Grantham? Il ragazzo era riuscito a strappare una piccola parte nella popolare serie Riverdale. Il suo personaggio, Jeffery Augustin, è stato inserito per pochi episodi proprio per ammazzare nella finzione il personaggio di Fred Andrews, interpretato da Luke Perry. Nella serie, l’omicidio avviene investendo Fred con un pick up.

 

- Annuncio pubblicitario -

Articolo precedenteRyan Grantham di Riverdale accusato di voler uccidere il primo ministro canadese Justin Trudeau
Prossimo articoloShakira e Piqué, coppia aperta, quasi spalancata: ecco la nuova indiscrezione
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!