Pimp your chemisier: sei consigli per indossare uno degli abiti più comodi e versatili della primavera

0
- Annuncio pubblicitario -

DESKTOP_chemisierMOBILE_Chemisier

Se volete provare qualcosa di diverso da tute e leggings per stare a casa, ecco qualche consiglio su come rendere speciale un capo comodo come lo chemisier

Fresco, comodo e informale, l’abito chemisier diventa alternativa perfetta a jeans, tute e leggings, sia che abbiate voglia di indossare qualcosa di diverso durante questi giorni di lockdown, sia che vogliate sperimentare un nuovo look per quando usciremo.

L’abito-camicia, amato da star divine come Audrey Hepburn e Katharine Hepburn, è anche estremamente versatile, può infatti essere continuamente rinnovato grazie a pochi accorgimenti: cambiando accessori, giocando con il layering, abbinando scarpe diverse che danno un mood sempre nuovo.

Disponibile sia in versione midi che mini, questa primavera-estate la sua versione più gettonata è quella a longuette che arriva poco sopra le caviglie. Un vero e proprio abito dunque che possiamo comunque ritrovare nel modello corto proposto per lo più in denim e gessato.

Ma scopriamo nel dettaglio come poter trasformare il nostro chemisier in un capo sempre nuovo e diverso.

- Annuncio pubblicitario -

1. Chemisier stampato o classico

01

Nella foto: chemisier tapestry GANNI e bianco WEEKEND MAXMARA via Matchesfashion.com

Cominciamo scegliendo la tipologia di chemisier che preferite. Noi ne abbiamo scelte due opposte: la stampa, in questo caso effetto tapestry, per chi ama osare e non ha paura di pattern e colori, e la versione più classica di solito azzurra o, come nella foto, in bianco. La base neutra ci permette di giocare di più con layering di capi a loro volta stampati o decorati, ma anche il modello tapestry non è da sottovalutare per originalità e freschezza.

2. Chemisier e cinture: colorata, bold e sottile

02

- Annuncio Pubblicitario -




Nella foto: chemisier COS, cintura colorata ORCIANI, bold LOEWE, sottile VERSACE via Farfetch.com

La cintura è uno degli accessori che questa stagione più ci può aiutare a rinnovare i nostri capi, infatti, semplicemente cingendo la vita, la silhouette del look può cambiare andando a modificare l’intero mood dell’outfit. Nel caso dello chemisier la cintura è quel tocco che lo trasforma da capo rilassato a uniforme da ufficio o da cocktail a seconda della tipologia scelta: colorata e alta, bold e dal design particolare, o sottile e chic. Scegliete quale rispecchia la vostra personalità!

3. Chemisier in denim con stivali o sneakers

03

Nella foto: chemisier H&M, sneakers ADIDAS ORIGINALS SC Première, stivali PARIS TEXAS via Mytheresa.com

Lo chemisier mini (che arriva quindi solitamente sopra al ginocchio) è la versione più sbarazzina del capo che stiamo analizzando, ancor di più se scelto in denim. Sicuramente molto versatile e dall’allure giovanile può cambiare a seconda delle scarpe scelte: la sneaker ne aumenta il côté sportivo, mentre se vogliamo trasformarlo in un everyday look, possiamo abbinarlo a stivali alti (non necessariamente con il tacco).

4. Layering con chemisier: top sotto

04

Nella foto: chemisier e tank top a coste MANGO, top a collo alto PLEATS PLEASE ISSEY MIYAKE via Farfetch.com

Come dicevamo lo chemisier è un capo molto versatile. Il fatto di essere ‘sbottonabile’ lascia aperte diverse possibilità di layering. E se d’inverno possiamo indossarlo con un lupetto di lana sotto con collo alto a vista, a primavera possiamo provare con dei tank top smanicati. Sempre a collo alto se vogliamo giocare con il contrasto dei colori, o a canotta lasciando i bottoni della parte scamiciata aperti.

5. Chemisier con collana: chunky o minimal

05

Nella foto: chemisier PAUL SMITH via Zalando.it, collana chunky BOTTEGA VENETA e sottile LIL MILAN

Altro trick molto semplice e efficace soprattutto se amate i gioielli. Indossare una collana proprio sotto il colletto così da creare un ipnotico punto luce e rendere più prezioso e costruito il look. Anche in questo caso a seconda dell’occasione e del vostro gusto potete scegliere le versioni più over e chunky (molto di moda ora) oppure restare nella zona minimal con un bijoux sottile ma sempre effetto oro.

6. Layering con chemisier: i pantaloni sotto

06

Nella foto: chemisier COS e pantalone ASOS

L’abito indossato con i pantaloni è un trend in voga già da un paio di anni, ma che dà sempre grandi soddisfazioni. In questo caso abbiamo scelto di abbinare due colori compatibili che ricordano un ton sur ton pur essendo diversi e un pantalone a palazzo dalle linee dritte che aiuta ad allungare la silhouette e a mantenere l’idea di uno stile minimal. Volendo potete provare anche con il denim, magari lasciando lo chemisier aperto come una vestaglia o un cardigan per un mood più estivo e bohemien.

The post Pimp your chemisier: sei consigli per indossare uno degli abiti più comodi e versatili della primavera appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -