Genitori che controllano i figli adulti: come porre fine a questa tirannia?

0
- Annuncio pubblicitario -

controlling parents

I genitori che controllano supervisionano le attività dei loro figli e tengono la loro vita sotto stretto controllo. Vogliono sapere cosa stanno facendo i loro figli in ogni momento e, soprattutto, influenzano le loro decisioni o addirittura le prendono al posto loro perché credono di sapere cosa è meglio per i loro figli.

Il problema è che questo stile genitoriale non finisce nell’infanzia o nell’adolescenza, ma a volte si estende fino all’età adulta. I genitori controllanti di figli adulti intendono continuare a imporre le loro idee, modi di fare e decisioni, superando molte linee rosse per interferire nella vita dei loro figli.

7 segni che smascherano i genitori che controllano

1. Si assumono le responsabilità dei loro figli. I genitori devono proteggere i propri figli, ma non assumersi le loro responsabilità, anche quando sono piccoli. Tuttavia, i genitori controllanti vorranno assumersi le responsabilità dei loro figli anche quando sono adulti, che si tratti delle loro finanze o delle relazioni.

2. Interferiscono in tutto. Il dovere dei genitori è quello di educare i propri figli in modo che possano prendere le proprie decisioni. Ma i genitori che controllano vorranno continuare a prendere decisioni per i loro figli, dall’istruzione e dal lavoro al sociale o persino all’amore; così invadono continuamente uno spazio che dovrebbe essere personale.

- Annuncio pubblicitario -

3. Esigono obbedienza. I genitori controllanti continueranno a esigere completa obbedienza dai loro figli adulti. Stabiliranno regole rigide che limitano l’indipendenza ma che i figli devono seguire senza discutere. È probabile che ricordino spesso ai loro figli che hanno un “obbligo” nei loro confronti perché hanno dovuto “sacrificarsi” molto per allevarli.

4. Non rispettano la privacy. I genitori che controllano i figli adulti si aspettano che continuino a dire loro assolutamente tutto. Non rispettano il diritto alla privacy dei propri figli e si arrabbiano se non vogliono condividere alcuni aspetti della loro vita.

5. Condizionano il loro amore. La merce di scambio dei genitori che controllano è solitamente l’amore. Lo usavano quando i loro figli erano piccoli e continuano a usarlo con i figli adulti. Quando le loro aspettative non vengono soddisfatte o non seguono le loro regole, ritirano l’amore e l’affetto, mostrando indifferenza fino a quando il figlio non si rimette in carreggiata.

6. Generano sensi di colpa. I genitori controllanti di figli adulti ricorrono spesso a tecniche di manipolazione emotiva per esercitare il dominio. Non è insolito per loro giocare la carta della colpa o della vergogna per controllare i figli. Affermazioni come “un bravo figlio non tratterebbe i suoi genitori in questo modo” o “te ne pentirai quando morirò” sono esempi di tentativi di controllo nascosti.

7. Criticano tutto. I genitori controllanti usano spesso le critiche come arma. Esprimono sempre un’opinione, anche se non richiesta, e criticano le decisioni prese dai figli, soprattutto quando non si sono consultati con loro o non sono in linea con le loro aspettative.

Genitori che controllano: conseguenze per i figli

Fondamentalmente, i genitori controllanti ostacolano la capacità dei figli di diventare persone autonome, indipendenti e sicure di sé, capaci di prendere le proprie decisioni e assumersi le proprie responsabilità. In molti casi, si tratta di persone con bassa autostima, altamente dipendenti dall’approvazione sociale e dalla convalida emotiva esterna. Questa tendenza li porta a stabilire rapporti di dipendenza in cui sono più vulnerabili ad essere manipolati, in modo che alla lunga possono soffrire di più.

- Annuncio Pubblicitario -


In altri casi, il controllo eccessivo genera l’effetto opposto: una feroce lotta per l’indipendenza. Questa battaglia per l’autonomia tende a deteriorare le relazioni genitore-figlio, ma finisce anche per colpire i figli, che possono sviluppare una indipendenza molto rigida come meccanismo di difesa ed essere riluttanti a stabilire relazioni mature costruendo un muro emotivo che li distanzia dagli altri. Il risultato è lo stesso: soffrono perché non riescono a mantenere relazioni affettive soddisfacenti.

Il dilemma e la paura dei genitori che controllano

La stragrande maggioranza dei genitori controllanti con figli adulti vuole proteggersi dalla solitudine. Avere potere sui propri figli dà loro la sensazione che continuano ad essere loro utili e indispensabili, in modo da ridurre al minimo le possibilità che i figli si allontanino o li “abbandonino”.



In fondo, il bisogno di controllo è alimentato dalla paura che i figli adulti continuino la loro vita con successo lontano dalla famiglia. Pertanto, quando i figli cercano di prendere il controllo della propria vita e decidere da soli, i genitori controllanti lo considerano un’offesa o una mancanza di rispetto, sperimentando rabbia, ira e disagio.

In realtà, i genitori controllanti percepiscono l’indipendenza dei loro figli adulti come una minaccia. L’idea che il loro ruolo di padre o di madre possa essergli tolto gli genera un senso di vuoto che li fa reagire con tutto il loro arsenale di tecniche di controllo. Quindi praticano diverse tattiche manipolative, inconsapevoli del danno e della sofferenza che il loro comportamento provoca.

Il problema è che spesso la relazione che instaurano finisce per essere soffocante e ottengono il risultato opposto: i figli scappano di casa e terminano il rapporto.

Come comportarsi con i genitori controllanti?

Trattare con i genitori controllanti è incredibilmente difficile. Sono la tua famiglia e ti hanno cresciuto, quindi è comprensibile che abbiano un’enorme influenza emotiva su di te. Quindi il primo passo è riconoscere che c’è un problema. Si tratta di capire che i tuoi genitori hanno aspettative irrealistiche nei tuoi confronti e ti trattano come un bambino piccolo, non come un adulto autonomo e autosufficiente.

Il secondo passo è stabilire dei limiti. Una relazione sana tra genitori e figli adulti deve avere dei limiti chiari. I limiti sani apportano trasparenza alla relazione perché ogni persona sa cosa aspettarsi dall’altro. Aiutano ad annullare le dipendenze, a cancellare le aspettative non realistiche e ad alleviare i conflitti. Pertanto, fai sapere ai tuoi genitori cosa ti dà fastidio e le linee rosse che non dovrebbero superare.

Forse i tuoi genitori non si sono resi conto del danno che il loro comportamento di controllo ti sta facendo. Spiega i problemi che ti provoca, ma senza cadere in recriminazioni. Fai sapere loro che li ami incondizionatamente, ma che hai anche bisogno di spazio per prendere le tue decisioni e fare la tua vita.

Infine, il terzo passo nell’affrontare i genitori controllanti è spiegare le conseguenze dell’andare oltre i limiti che ti sei prefissato. I tuoi genitori devono capire il valore che dai alla tua libertà e indipendenza e, soprattutto, cosa sei disposto a fare per proteggerli, che si tratti di precludergli un ambito della tua vita o stabilire una distanza che protegga il tuo equilibrio. La strada non sarà facile, ma ne vale la pena.

La entrada Genitori che controllano i figli adulti: come porre fine a questa tirannia? se publicó primero en Angolo della Psicologia.

- Annuncio pubblicitario -

Articolo precedenteColbrelli, ma il ciclocross?
Prossimo articoloAshley Benson si è fatta bionda
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!