Come nasce un mascara: Il percorso di Cosnova verso una maggiore sostenibilità

0
- Annuncio pubblicitario -









In questo periodo più che mai la sostenibilità e la consapevolezza ambientale sono temi sempre più importanti sia per le aziende che per i consumatori. I consumatori sono sempre più attenti nella scelta degli acquisti e si domandano quindi che cosa ci sia all’interno dei cosmetici. Utilizzando l’esempio del Glam & Doll Mascara, uno dei prodotti di punta del brand, il mascara waterproof dall’effetto volume, Cosnova vuole condividere il percorso del prodotto per dimostrare dove si trovano le opportunità e le sfide della sostenibilità e cosa può fare un’azienda che produce cosmetici per aiutare a proteggere l’ambiente.

La storia dell’azienda: Cosnova Beauty con quartier generale a Sulzbach (Germania) è gestito dagli Executive Manager Mathias
Delor, Javier González, Gesine Hild, Dirk Lauber, Christina Oster-Daum, Hilko Prahl and Yvonne Wutzler. Alla fine dell’anno fiscale 2018, Cosnova Beauty contava 600 dipendenti nel mondo. I brand Cosnova, quali essence, CATRICE e L.O.V. sono venduti in oltre 80 paesi in Europa, Nord e Sud America, Medio Oriente, Asia, Oceania e Africa. I clienti dell’azienda sono drugstore, rivenditori alimentari, grandi magazzini, profumerie e negozi di abbigliamento.

Di seguito accompagneremo il mascara durante le sue varie fasi per scoprire quali opportunità e sfide presenta il tema della sostenibilità.

- Annuncio pubblicitario -









Fase 1: sviluppo del prodotto
Il punto di partenza di ogni viaggio è l’idea: dagli esploratori di tendenze ai data analyst – esperti di vari dipartimenti indagano sul mercato per potenziali nuove tendenze, esigenze dei consumatori e approfondimenti. Nello sviluppo del prodotto, questi dati costituiscono il punto di partenza per un nuovo mascara. Oltre alla scelta di ingredienti di alta qualità, la sicurezza del consumatore svolge un ruolo particolarmente importante in questo processo. Il dipartimento interno di controllo qualità controlla tutti i materiali
utilizzati, ogni ingrediente ha un certificato di conformità. Nella scelta delle materie prime, Cosnova – la casa madre dei brand di cosmetici come CATRICE, essence e L.O.V. – applica norme ancora più rigorose di quelle previste dalla legislazione dell’Unione Europea. Il mascara è garantito per non entrare in contatto con animali da laboratorio durante il viaggio. Sin dalla
sua fondazione, Cosnova ha dato grande importanza al benessere degli animali. In ogni momento della storia dell’azienda, tutti i prodotti sono stati e continuano ad essere sviluppati e realizzati completamente senza alcun test sugli animali. Tutti i fornitori e i partner commerciali sono obbligati a non testare i propri  prodotti sugli animali e non possono nemmeno permettere di farli testare sugli animali da parte di altre società.
Grazie al proprio impegno e dedizione, Cosnova è stata inclusa nell’elenco ufficiale di “cosmetici senza sperimentazione animale” dell’organizzazione PETA (Persone per il Trattamento Etico degli Animali).

 

Fase 2: approvvigionamento e ingredienti
Una volta pronta la ricetta per il nuovo prodotto, le materie prime vengono acquistate. Cosnova osserva sempre aspetti sanitari, sociali ed ecologici. In quanto azienda non produttrice, Cosnova dipende da fornitori affidabili e partner commerciali che soddisfano gli elevati standard dell’azienda. Circa il 90% della produzione avviene in Europa.
Tra le altre cose, Cosnova ha redatto un “elenco negativo” di materie prime e ingredienti proibiti per lo sviluppo di nuovi prodotti, ai quali i fornitori devono attenersi. Al momento, l’elenco negativo comprende circa 66 sostanze, alle quali si aggiungono altre cinque sostanze proibite in quanto problematiche per la salute e per l’ambiente. Gli standard sono ancora più severi con Clean Beauty PLUS (ad es. La gamma Clean ID di CATRICE): questi prodotti sono vegani al 100% e contengono sostanze prevalentemente naturali e biodegradabili.
Il mascara contiene attualmente una piccola quantità di particelle di microplastica per donare un aspetto perfetto alle ciglia. Per evitarlo in futuro, Cosnova è continuamente alla ricerca di alternative naturali e biodegradabili. Dall’inizio del 2020, la società infatti non ha più incluso particelle di microplastica nello sviluppo dei suoi nuovi prodotti. Passo dopo passo, l’azienda sta già lavorando per eliminare le particelle di microplastica dai prodotti ed entro il 2025 l’intera gamma sarà quindi microplastic-free.


Fase 3: condizioni di lavoro presso i partner commerciali
Durante il suo viaggio, il mascara non solo riceve una messa a punto con numerosi ingredienti, ma passa anche attraverso molte mani laboriose. Circa il 90% dei prodotti proviene da fornitori europei. Come con tutti gli altri fornitori, Cosnova ha emanato un proprio Codice di condotta per garantire che le principali condizioni di lavoro dell’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL) e i requisiti legali locali pertinenti siano rispettati dai propri partner commerciali. Grazie al programma di audit sociale, lo status quo viene
regolarmente verificato. Ciò consente di identificare e risolvere rapidamente potenziali problemi. Allo stesso tempo, il partner esterno EcoVadis valuta le prestazioni dell’azienda in termini di conformità con gli standard internazionali di sostenibilità.
Inoltre, Cosnova è membro dell’iniziativa Responsible Beauty per sviluppare e promuovere standard di settore per una catena di approvvigionamento più sostenibile in collaborazione con altre società di cosmetici.

Fase 4: imballaggio
Dopo svariate sperimentazioni e idee innovative, è finalmente arrivato il momento: il nuovo mascara è pronto per una breve sosta in negozio – con la confezione giusta.
Cosnova aumenta costantemente l’utilizzo di materiali più rispettosi nei confronti dell’ambiente, sostenibili e riciclabili. Il packaging del mascara Glam & Doll Mascara, ad esempio, è composto per l’82% dai cosiddetti riciclati, ovvero componenti realizzati interamente in plastica riciclata. Il restante 18% è fatto deliberatamente di nuova plastica, poiché a diretto contatto con il prodotto, garantendo così che il mascara sia assolutamente privo di sostanze nocive.
In qualità di membro del forum cross-industry dm recyclate, Cosnova collabora con altre società e rivenditori per mantenere materiali di imballaggio di valore nel ciclo delle materie prime e per espandere in modo significativo l’uso di materiali riciclati.

Fase 5: logistica
Il mascara, nella sua custodia in plastica riciclata, è ora pronto per il suo viaggio. Sfortunatamente, non è solo il camion di consegna ad emette CO2 dannosa per il clima durante il percorso verso il negozio di destinazione. La logistica di Cosnova emette ulteriori gas serra.
Per cercare di contribuire in maniera positiva, la società ha aderito alla Lean & Green Initiative nel 2017 e si è impegnata a ridurre le emissioni di CO2 del suo centro logistico all’avanguardia di almeno il 20% entro cinque anni. Inoltre, dal 2018 l’azienda di cosmetici registra la propria impronta di carbonio aziendale, che le consente di coniugare sostenibilità con produttività e maggiore competitività. In questo modo, l’intera catena del valore aggiunto può essere presa in considerazione quando si crea l’impronta di carbonio e si può derivare e implementare una tabella di marcia per la riduzione. Cosnova offre un ulteriore contributo alla protezione del clima compensando completamente tutti i viaggi di lavoro attraverso l’organizzazione no-
profit chiamata atmosfair. Per l’anno 2019, 1.160 tonnellate di CO2 sono già state compensate in questo modo.

Fase 6: vendita al dettaglio
Una volta arrivato in negozio, il mascara viene estratto dalla confezione di trasporto e collocato nel banco vendite di CATRICE. In vista del regolare aggiornamento dell’assortimento – la domanda di nuovi prodotti e trend è molto elevata – i ripiani e supporti del banco vendita CATRICE devono essere cambiati almeno due volte l’anno, il che richiede molta plastica.
Dall’inizio del 2020, Cosnova utilizza anche materiali riciclati, in collaborazione con il fornitore DIAM Deutschland GmbH. I banchi e i singoli supporti sono principalmente realizzati in plastica riciclata; questo ha consentito di risparmiare 13 tonnellate di cosiddette “materie plastiche vergini” solo nella gamma primavera / estate 2020. L’azienda sta inoltre lavorando su come ridurre il numero di supporti-prodotto e per utilizzare i supporti più volte.

Fase 7: smaltimento dei rifiuti
Come per tutti gli altri rifiuti, una corretta separazione significa un migliore riciclaggio. In questo modo, possiamo tutti lavorare insieme per garantire le materie prime di domani e proteggere l’ambiente. Per questo motivo, Cosnova ha lanciato una campagna di informazione sul proprio sito Web e attraverso i propri Social Media per incoraggiare i propri consumatori ad affrontare in modo più efficace la questione dello smaltimento delle risorse.

Fase 8: iniziative sociali
L’impegno sociale è un pilastro estremamente importante all’interno della filosofia aziendale di Cosnova. I dipendenti sono incoraggiati ad abbracciare progetti e iniziative sostenibili e a contribuire con le proprie idee. Molti dipendenti approfittano di questa opportunità e vengono coinvolti su base volontaria. Hanno a disposizione due giorni di volontariato aziendale all’anno che sono liberi di svolgere scegliendo da una vasta gamma di progetti sociali che l’azienda offre sulla propria piattaforma di volontariato. Cosnova si impegna a contribuire ad un futuro più sostenibile e rispettoso nei confronti dell’ambiente in molte aree. Dopotutto, il benessere delle persone, la produzione sostenibile di prodotti di alta qualità e la protezione dell’ambiente sono tra i pilastri della filosofia aziendale. In questo modo, i cosmetici non solo migliorano la vita dei consumatori, ma contribuiscono anche alla protezione del nostro pianeta.

L’articolo Come nasce un mascara: Il percorso di Cosnova verso una maggiore sostenibilità proviene da Il Giornale della Bellezza.

- Annuncio pubblicitario -