Carlo Verdone: “Ho paura che il 4 maggio esca troppa gente e ricominciamo da capo”

0
- Annuncio pubblicitario -

Carlo Verdone, che a Un giorno da pecora ha espresso la propria perplessità per quello che potrebbe accadere dopo il 4 maggio




- Annuncio pubblicitario -

Lunedì? Ho paura che esca troppa gente, bisogna esser molto molto cauti, è un periodo complicato, basta qualche fesso che fa assembramenti e si ricomincia da capo”.

L’attore romano ha poi rivolto un pensiero anche a Roma, la sua città.



“Immagini di Roma vuota? E’ un’immagine malata, io voglio vedere l’apparato umano”. 




L’attore e regista ha raccontato la sua quarantena. “La passo in modo filosofico: faccio passeggiate in cucina, in salotto, scrivo un bel po’ , all’inizio non riuscivo a scrivere e ora sto andando avanti sia col libro sia su un nuovo soggetto cinematografico. Sono ancora a livello di creazione del soggetto del nuovo film”.

Per quanto riguarda la possibilità di riaprire i drive-in sostituendoli momentaneamente al cinema

- Annuncio Pubblicitario -





“Il drive in è una visione romantica che va bene per il cinema d’estate, con una retrospettiva su Totò o Alberto Sordi ad esempio. Però non può sostituire il cinema: devo prendere l’auto per andare a vedere il film e guardarlo in macchina?”.


L’articolo Carlo Verdone: “Ho paura che il 4 maggio esca troppa gente e ricominciamo da capo” proviene da Noi degli 80-90.

- Annuncio pubblicitario -