Carlo III e la battuta alla nascita di William: “Grazie a Dio non mi assomiglia”

0
- Annuncio pubblicitario -


È ormai risaputo che il principe Carlo, da pochi mesi diventato re, non sia mai stato un gran romanticone. Basti pensare al matrimonio con Lady D, dove di romanticismo non vi era la benché minima traccia. Ma anche il suo aspetto esteriore è sempre stato ben lontano dall’idea del bel principe azzurro dalla folta chioma bionda, occhi azzurri e stazza prominente. Ma di tutto ciò, Carlo ne è sempre stato ben consapevole e anche capace di riderci su. Ed è proprio per questo che alla nascita di William, ha esordito con una battuta alquanto particolare.

LEGGI ANCHE > Principe William da solo al matrimonio della sua ex fidanzata: Kate è gelosa?

Carlo III William: la particolare battuta alla sua nascita

Secondo quanto rivelato dal libro inedito Charles III, pubblicato da Philip Kyle, molte erano le preoccupazioni che aleggiavano intorno alla nascita di William. Difatti sia la defunta regina Elisabetta II che il principe Carlo, all’epoca erano molto angosciati dal fatto che il piccolo nascituro potesse somigliare al padre. Quando William venne alla luce il 21 luglio 1982, le prime parole di Elisabetta II furono: “Ti assomiglia?” e il principe Carlo con sarcasmo rispose “Per sua fortuna no”. E per entrambi fu un sollievo scoprire che il piccolo avesse preso i tratti dalla madre.

- Annuncio Pubblicitario -

Principe William
Principe William
Foto: Landmark / PR Photos

LEGGI ANCHE > Kate Middleton, il racconto sul figlio Louis: “Fa tante domande sulla morte della bisnonna”

- Annuncio pubblicitario -

In modo particolare, sia la nonna che il padre temevano che il neonato avesse ereditato l’aspetto del padre, nello specifico proprio le sue orecchie a sventola. Difatti, le orecchie a sventola sono da sempre state un tratto caratteristico del Re, costituendo anche un motivo di scherno. Carlo infatti, in età adolescenziale, è stato vittima dei bulli a scuola, proprio a causa delle sue orecchie. Da questo si può comprendere la sua apprensione per la nascita del primogenito, temendo che anche suo figlio potesse essere deriso allo stesso modo.

LEGGI ANCHE > Harry spara a zero sulla famiglia reale: “Hanno mentito per proteggere mio fratello” 

Carlo III Harry: la sua reazione alla nascita del secondo figlio

Di certo la reazione non è stata la stessa alla nascita del suo secondogenito due anni dopo. Infatti alla nascita di Harry, Carlo avrebbe esordito irritato: “Oh mio Dio, è un maschio, E ha pure i capelli rossi!“. Il principe desiderava in effetti una figlia femmina e quando venne alla luce un ennesimo maschietto non ha nascosto tutto il suo disappunto. Così come per Carlo, il colore rosso dei capelli di Harry ha suscitato sin dall’inizio i dubbi e le perplessità di tutti sulla sua paternità. Ma Diana ha sempre affermato che il principe Harry avesse i suoi tratti, definendolo “My little Spencer“.

Ex fidanzata Principe Harry
Foto: PrPhotos

 

 

 

 

- Annuncio pubblicitario -
Articolo precedenteNel 2022 il volo libero in deltaplano e parapendio ha ripreso a pieno ritmo l’attività funestata in precedenza dalla pandemia.
Prossimo articoloChi sono le vip che diventeranno mamme nel 2023? Sfoglia la gallery
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!