Capsule Wardobe: cos’è e come funziona il “guardaroba capsula”?

0
- Annuncio pubblicitario -

capsule-DESKcapsule-MOBI

Un concetto semplice e che permette di non dover più dire “Non ho nulla da mettere”!

Un armadio pieno di abiti e nulla da mettere“: se vi ritrovate in questa affermazione (di Carrie Bradshaw, tra l’atro), tranquille, non siete sole. 

Un guardaroba pieno zeppo di vestiti, scarpe, borse e, soprattutto, caotico  può essere più un nemico che un alleato. 

*** Decluttering dell’armadio: i segreti per un guardaroba ordinato ***



Pensate, invece, di poter disporre di meno capi ma più mirati, un numero contenuto di indumenti che vi permetta al mattino di trovare il look giusto in poco tempo e a prova di errore. 

- Annuncio pubblicitario -

La risposta è semplice: capsule wardrobe, ovvero, “guardaroba capsula“. Un concetto di cui ormai sentiamo parlare spesso e volentieri ma che nasce  negli anni Settanta a Londra: una tecnica furba per ottimizzare al meglio ciò che già abbiamo

capsule1

Capsule Wardrobe: cos’è?

L’idea è tanto facile quanto geniale: definire un numero ristretto di capi basic o “jolly” perfettamente interscambiabili tra di loro, da mixare per costruire look diversi a seconda delle varie occasioni d’uso.

Questa “capsule” di capi senza tempo diventerà la “base” su cui costruire il vostro guardaroba e stile personale e a cui potrete aggiungere altri pezzi più stagionali.

Insomma, meno capi ma da indossare in più occasioni, con il plus di avere un armadio più “snello”, facile da sistemare e gestire.

- Annuncio Pubblicitario -


capsule-4

Capsule Wardrobe: quanti capi? 
 

Dipende da più fattori! Dal vostro stile personale ma anche da quello di vita e dalle vostre esigenze (lavoro, ad esempio).

Qui, le teorie si dividono: c’è chi dice 37 capi (da cui si deve escludere le categorie intimo, pigiami&notte, abbigliamento sportivo), i “massimalisti” possono arrivare a 50, mentre i “minimalisti” sostengono che un vero capsule wardobe non dovrebbe superare gli 11 pezzi (impresa davvero ardua). 

Come dicevamo prima dipende dalle esigenze che costellano la vostra vita quotidiana: lavoro, famiglia e tempo libero, possono essere più variegati di quanto si possa pensare. Sta a voi definire un limite (senza esagerare).

capsule-2

Capsule Wardrobe: come funziona?
 

Per partire nella scelta dei capi che costituiranno il vostro capsule wardrobe, è d’obbligo fare qualche riflessione, o meglio, qualche premessa  

Un guardaroba capsule dovrebbe essere costituito da capi che vi piacciono, vi stanno bene e vi fanno sentire belle e a vostro agio (ammettiamolo: spesso indossiamo un quarto di quello che abbiamo nell’armadio perché sono quelli i capi che spontaneamente scegliamo al mattino). 

Partiamo da due semplici concetti: 

  • Cosa vi sta davvero bene? I capi che avete deciso faranno parte del vostro capsule wardobe sono quelli che meglio valorizzano la vostra figure e le vostre forme. Se siete pratiche del concetto di analisi della figura saprete già quali sono quelli perfetti per voi. Ma anche senza particolari conoscenze, nel tempo e con l’esperienza diretta, avrete imparato a riconoscere i vostri alleati per minimizzare i piccoli difetti ed esaltare i vostri pregi.
  • Colori e sfumature? Anche qui, vale il discorso di cui sopra. L’armocromia, ovvero l’analisi dei propri colori naturali per individuare le tinte che meglio li valorizzano, è un sistema molto valido con cui partire nella vostra scelta. Possiamo anche dire che, armocromia a parte, nella costruzione del guardaroba capsule puntare su colori basic come nero, grigio, bianco e blue navy è già un buon punto di partenza. Sono facile di gestire e molto versatili, abbinarli a tinte più particolari non sarà un problema.

capsule-5

Capsule Wardrobe: quali sono i capi indispensabili?

E qui arriviamo all’annosa domanda: quali sono i capi fondamentali di un capsule wardrobe? Con i distinguo del caso per ognuno di noi, possiamo dire che un nucleo di pezzi immancabili da cui partire c’è.

Un blazer dal taglio impeccabile, un paio di pantaloni scuri, un paio di jeans semplici e senza strappi, un paio di t-shirt semplici, un paio di maglioncini dai colori neutri, una gonna, un paio di scarpe con il tacco dalle linee pulite (e in pelle!): questi sono di sicuro alcuni dei capi jolly con cui partire

*** Come vestirsi bene: i capi per un guardaroba perfetto ***

Ricordate, comunque, che nel caso del capsule wardrobe, parliamo sempre di capi semplici e che non passano di moda, quindi poco “costretti” dagli schemi dai trend del momento.
Devono essere “basici“, nel senso migliore del termine, così da essere facilmente abbinabili con l’altra parte del vostro guardaroba più stagionale e di tendenza.

Capsule Wardrobe: qualità v. quantità

Sarà scontato, ma non per tutti: un capsule wardrobe realmente “efficiente” deve puntare su pochi capi ma di ottima qualità.
Comprare meno e comprare meglio, insomma, come ci insegnano saggiamente le nostre mamme e nonne! Piuttosto che riempirci l’armadio di 10 magliette in cotone scadente o maglioncini carini ma dalla composizione “ambigua” meglio averne la metà ma in fibre naturali (o almeno in percentuale maggiore rispetto ad acrilico e poliestere).
Imparate a leggere le etichette prima di acquistare: è etico, sostenibile e “furbo”. Un capo di buona qualità per materiale e fattura avrà infatti più possibilità di restare con noi stagione dopo stagione.

*** I consigli per avere sempre un guardaroba come nuovo ***

capsule3

Caspule wardrobe: uno o più di uno?

L’idea di capsule wardrobe può essere “parcellizzata”, o meglio, replicata a seconda delle vostre esigenze. Potete definire – in versione più ristretta – un capsule wardrobe per il lavoro, ad esempio. Questo vi permetterà di risparmiare tempo al mattino, individuando già un numero di abbinamenti e combinazioni facili e, soprattutto, azzeccate. Insomma avrete a vostra disposizione degli “outfit-divisa” da scegliere praticamente a occhi chiusi.

Un altro esempio è il capsule wardrobe per le vacanze. Di anno in anno, avrete affinato una speciale lista di capi utili per il mare, ad esempio. Fatevi una lista base da aggiornare annualmente e spuntare nel momento in cui fate la valigia. 

Ricordate poi che avere un capsule wardrobe non significa dover buttare il resto del vostro armadio! Ma semplicemente avere una “base” semplice, affidabile e versatile da cui partire per costruire i vostri look con pezzi più di tendenza o legati a occasioni o stagioni diverse!

The post Capsule Wardobe: cos’è e come funziona il “guardaroba capsula”? appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -