cover-scrubcover-mobile-crub

Scrub fai da te: proviamoci, mentre ci ritagliamo del tempo per curarci di noi e dilettarci con una sessione beauty home-made!

Scrub fai da te: magari lo abbiamo finito o lo stiamo finendo, oppure abbiamo desiderio di provare a fare qualcosa da sole con gli ingredienti che abbiamo a portata di mano.

Anche noi di Grazia.it ci stiamo ingegnando a sperimentare con la beauty routine e vi diamo qualche consiglio utile per effettuare un leggera esfoliazione al viso o al corpo, nel totale rispetto della pelle.

brown-and-black-make-up-brush-1499512

Regola numero uno: non serve in nessun caso mai sfregare la pelle, non serve coi prodotti in commercio, non serve con il fai da te. Otterreste l’effetto contrario, la pelle per reazione o si potrebbe inspessire o iper-reagire.

Lo scrub aiuta il ricambio cellulare e il rinnovamento, meglio farne uno leggero e delicato un paio di volte la settimana, che una sessione ogni tanto e con la forza. Come lo capite che state facendo la cosa giusta o sbagliata per la vostra pelle? Il nostro mantra è: auto-valutando i cambiamenti, la pelle ci “parla” sempre, ascoltiamola.

1 Base per scrub

Ci serve un elemento che faccia da amalgamante, che sia applicabile sulla pelle e asportabile con la normale detergenza, sia viso, sia corpo. Vi diamo qualche tips.

ripe-bananas-2316466

2 Le particelle adatte allo scrub

A seconda del materiale per la base che avremo a disposizione per creare il nostro scrub, aggiungeremo l’ingrediente adatto alla parte esfoliante.

cinnamon-and-star-anis-spices-678412

3 Mix and match

Per avere una buona azione peeling il nostro scrub fai da te non deve essere né troppo liquido né troppo asciutto ma raggiungere un buon compromesso, anche per aiutarci nell’applicazione. Ecco i nostri consigli:

close-up-photography-of-honey-714522

4 L’ingrediente segreto

Una volta che avrete ottenuto uno scrub dalla consistenza ottimale potete aggiungerci:

black-and-brown-brush-on-saucer-1619488

Un ultimo consiglio, se volete prepararne un po’ da tenere in frigorifero tenete conto della deperibilità dei materiali con cui lo fate. Il buon senso in genere vorrebbe che uno scrub “fresco” venga consumato, entro una settimana al massimo. Se la base è in crema beauty, anche 10 giorni ma abbiate sempre sott’occhio come si presenta. Avendo più opzioni potete sbizzarrirvi con la creatività.

Vi mettiamo anche un video molto carino con alcuni suggerimenti in più. Buono scrub a tutte!

Credits ph.: Pexels

The post Scrub fai da te: i nostri consigli per un’esfoliazione home made appeared first on Grazia.

Buy traffic for your website