Non dare nulla per scontato, mostra alle persone come ti piace essere trattato

0
- Annuncio pubblicitario -

come vuoi essere trattato

Nelle relazioni interpersonali, è probabile che a volte assumi, senza esserne pienamente consapevole, un ruolo passivo che finisce per giocare contro di te. Forse presumi implicitamente che le persone con cui ti associ dovrebbero essere “educate”, che dovrebbero trattarti con un certo rispetto e persino gentilezza. Presumi che non dovrebbero farti del male o superare i tuoi limiti.

Tuttavia, la distanza tra quel “dovrebbe” e ciò che realmente accade si chiama realtà.

Quando invece del rispetto e della considerazione trovi persone che cercano di manipolarti, farti pressione, sovraccaricarti di responsabilità o addirittura trattarti male, devi cambiare il modo in cui affronti queste relazioni. Potrebbe essere necessario insegnargli come ti piace essere trattato.

Limiti, il compito in sospeso

La maggior parte delle persone trova difficile stabilire dei limiti perché sono cresciuti sentendo che dire “no” è maleducazione o che dovrebbero essere sempre disposti ad aiutare gli altri. Se queste idee ti suonano familiari, è probabile che tu abbia sviluppato una mentalità che ti porta a mettere costantemente i bisogni degli altri prima dei tuoi. È probabile che trovi difficile esprimere ciò di cui hai bisogno o chiedere ciò che desideri, tanto che spesso finisci per accontentarti di molto meno di quanto meriti o addirittura rassegnarti a subire trattamenti che non dovresti tollerare.

- Annuncio pubblicitario -

Quando non poni limiti, non insegni alle persone come vorresti essere trattato. In realtà, trasmetti loro l’idea che non c’è niente di sbagliato nell’approfittare di te e che non vale la pena rispettarti. Quando lasci la gentilezza, il rispetto e la considerazione al loro libero arbitrio, corri il rischio di diventare uno spettatore passivo della tua stessa vita, lasciando che siano gli altri a decidere come trattarti.

In realtà, ogni giorno insegni alle persone come trattarti, in base alle tue reazioni ai loro comportamenti. La tua risposta alla loro gentilezza o antipatia, ad esempio, rafforza quel comportamento e aumenta la probabilità che si ripeta o, al contrario, lo estingue. Dobbiamo ricordare che “osare stabilire dei limiti significa possedere il coraggio di amare noi stessi, anche quando corriamo il rischio di deludere gli altri”, come scriveva Brené Brown.

L’arte di insegnare agli altri come trattarti

1. Inizia con te

Se vuoi insegnare alle persone come trattarti, dovresti iniziare non con loro, ma con te. Nota come parli a te stesso e come ti tratti. Dopotutto, ciò che pretendi e ti aspetti dagli altri devi pretenderlo anche da te stesso. Questo ti renderà una persona coerente, terminerà proiettandosi nel tuo comportamento e darà i suoi frutti.

L’amor proprio è la chiave. La stima che hai per te stesso, e le parole che ti dici, sono lo standard che devi esigere dagli altri. Le persone impareranno a trattarti in funzione di ciò che accetti di te stesso. Pertanto, insegnare agli altri come trattarti inizia con un esercizio di autocoscienza. Chiediti: come mi tratto? Cosa apprezzo di me stesso? Cosa desidero? Cosa penso di meritare? Inizia offrendoti gentilezza, comprensione e rispetto, quindi chiedi agli altri le stesse cose.

2. Progetta il tuo manuale di istruzioni

Molte volte ci aspettiamo che le persone indovinino i nostri bisogni e pensieri, ma la verità è che la maggior parte delle volte le persone sono troppo assorbite dai loro problemi e preoccupazioni per notare cosa ci sta accadendo o misurare la reale portata dei loro comportamenti, atteggiamenti, parole e azioni. Per questo motivo, è importante che tu crei una sorta di “manuale di istruzioni” in cui esponi alcune regole di base.

Avere accesso allo stesso “manuale di istruzioni” facilita l’armonia nei rapporti interpersonali perché chiarisce i limiti ed esprime direttamente le aspettative. Puoi approfittare di un momento in cui sei rilassato e di buon umore per sollevare l’argomento, dal momento che affrontarlo nel bel mezzo di una discussione è controproducente. Alcune regole base di quel manuale possono essere: non insultarsi a vicenda, non urlare, ascoltare attentamente, concedere il beneficio del dubbio e fare solo critiche costruttive.

3. Comunicare in modo chiaro ed empatico

Non possiamo aspettarci dagli altri ciò che non siamo disposti a dare. Quindi, tutto inizia con una comunicazione empatica e chiara. Gran parte dell’insegnare agli altri come trattarti è esprimerti in modo onesto e assertivo. Invece di attaccare l’altro o girarci intorno, devi comunicare chiaramente ciò di cui hai bisogno o desideri, senza ulteriori indugi.

- Annuncio Pubblicitario -

Ad esempio, non importa quanto tu sia arrabbiato, invece di gridare “non mi ascolti mai”, è più utile dire “vorrei che mi prestassi attenzione perché ho qualcosa di importante da dirti”. In questo modo insegni a quella persona come ti aspetti che ti tratti quando ha bisogno di esprimere qualcosa. In questo modo elimini la frustrazione e i rimproveri dall’equazione, lasciando la porta aperta a un dialogo sincero ed empatico.

4. Tratta come ti piace essere trattato

Sii la persona che vuoi che gli altri siano. Tratta gli altri come vuoi essere trattato. Se ti aspetti gentilezza e rispetto, tratta gli altri con gentilezza e rispetto. Se ti aspetti che il tuo partner sia romantico e affettuoso, fai lo stesso per lui/lei. Tutto ciò che emetti ti viene restituito in qualche modo. Se trasmetti rabbia, sconsideratezza o indifferenza, quelle emozioni torneranno a te.

È anche importante che il tuo comportamento sia coerente. In altre parole, se sembri un monaco zen quando le cose vanno bene ma non appena vanno male diventi Hulk, il tuo messaggio mancherà di coerenza. In questo modo stai inconsciamente dicendo che, a seconda delle circostanze, vale la pena trattare male l’altro. Pertanto, assicurati che il comportamento che vuoi vedere negli altri sia presente dentro di te. Il tuo esempio probabilmente finirà per creare un precedente nella giusta direzione.

5. Rinforza ciò che ti piace

Il principio di base del condizionamento operante è ancora valido nelle relazioni, il che significa che il modo in cui rispondi al comportamento degli altri nei tuoi confronti può rafforzarlo e aumentare le possibilità che accada di nuovo in futuro. Se cedi a un tentativo di manipolazione, lo rafforzerai e se rispondi con rabbia a un attacco personale, aumenterai la rabbia.

Invece, concentrati sul rafforzamento dei comportamenti positivi che vuoi promuovere. Ad esempio, potresti dire: “Apprezzo che tu mi abbia ascoltato così attentamente ieri” o “Apprezzo molto i dettagli che hai avuto”. Se qualcuno ti tratta con rispetto e considerazione, fai di tutto per esprimere il tuo apprezzamento. Non dare per scontato che l’altra persona lo sappia, dimostrale che l’hai apprezzato. In questo modo, sarà più probabile che ripetano quel comportamento in futuro mentre i comportamenti indesiderati si estingueranno gradualmente.

Regola le tue aspettative: non aspettarti pere dall’olmo

Ricorda sempre di tenere sotto controllo le tue aspettative. Questo processo richiederà tempo. Più a lungo è presente il modello disfunzionale, più tempo ci vorrà per annullarlo. Più un comportamento è radicato, più difficile sarà cambiarlo, quindi dovrai essere paziente.

D’altra parte, anche se tratti gli altri come vorresti essere trattato, non puoi nemmeno aspettarti che tutti mostrino la stessa disposizione e rispetto. Sfortunatamente, l’empatia, la tolleranza, il rispetto o la comprensione non sono universali.


A volte devi anche ammettere che alcune persone non impareranno a trattarti meglio, non importa quanto ci provi. Se hanno bisogno di sentirsi superiori perché hanno un problema di autostima, non ti tratteranno da pari a pari. Se cercano di manipolarti emotivamente perché hanno un vuoto esistenziale, non terranno conto dei tuoi bisogni.

Non significa che dovresti lasciare che ti trattino come spazzatura, ma devi capire che se quelle persone non imparano, non è colpa tua. E non è nemmeno una tua missione “cambiarli”. Ciò non significa che dovresti permettere che ti trattino male. Semplicemente, lasciali perdere! E se necessario, termina la relazione. Se gli altri non sono disposti a trattarti con il dovuto rispetto, la gentilezza e la cortesia che mostri loro, allora non vale la pena che facciano parte della tua vita.

La entrada Non dare nulla per scontato, mostra alle persone come ti piace essere trattato se publicó primero en Angolo della Psicologia.

- Annuncio pubblicitario -