La Febbre del Sabato Sera: la scena del ponte, la nonna che improvvisa e Stevie Wonder al posto dei Bee Gees!

0
- Annuncio pubblicitario -

Molti lo considerano uno dei film più iconici degli anni Settanta, molti come la miglior prova di John Travolta altri ancora un vero inno alla dance music. La Febbre del Sabato sera in effetti racchiude in sé tutte queste tre cose e, a distanza di 44 anni dalla sua uscita, vogliamo dargli il lustro che merita raccontandovi alcuni degli aneddoti che abbiamo trovato più interessanti. 


John Travolta ballò sulle note di Stevie Wonder e non dei Bee Gees

Tra le curiosità più mirabolanti che abbiamo letto, questa si merita forse il primo posto. Le scene di ballo, lo sappiamo tutti, sono l’elemento portante del film, così come le canzoni dei Bee Gees. Eppure dovete sapere che quest’ultimi furono coinvolti nel progetto solamente nella fase di post-produzione. Ciò significa che quando John Travolta girò le scene di ballo, specialmente all’interno della discoteca 2001 Odissey, stava in realtà ballando su altre musiche e non quelle che conosciamo. Come rivelò lui stesso in un’intervista, non registrò quelle sequenze sulle note di Stayin’ Alive, Night Fever e You Should be Dancing, ma con canzoni di Stevie Wonder e Boz Scaggs

- Annuncio pubblicitario -

Come entrarono in gioco i Bee Gees? “Stavamo registrando il nostro nuovo album nel nord della Francia – ha raccontato uno dei fratelli Gibb, “Quando il produttore Robert Stigwood ci telefonò da Los Angeles dicendoci che stavano girando un film intitolato “Tribal Rites of a Saturday Night” e chiedendoci se avessimo qualche brano disponibile da inserire. Gli abbiamo risposto che non avevamo tempo per comporre una colonna sonora, che non sapevamo nemmeno di cosa si trattasse”. Alla fine però, sappiamo com’è andata. I fratelli Gibb accettarono l’incarico e composero quasi tutti i pezzi in un solo week-end. Risultato? Saturday Night Fever divenne una delle colonne sonore più vendute di tutti i tempi



Un brutto spavento sul Ponte di Verrazzano

Ricordate quando Tony e i suoi amici fanno finta di gettarsi dall’impalcatura del ponte, spaventando la povera Annette? Beh, le cose sono andate esattamente come nel film. 

- Annuncio Pubblicitario -


Durante le riprese di quella scena, il regista John Badham non disse all’attrice Donna Pescow che appena sotto il ponte ci sarebbe stata un’impalcatura sulla quale si sarebbero appoggiati i colleghi, fingendo la caduta. Anche gli attori decisero di non dirglielo al fine di ottenere uno sguardo di puro e sincero terrore sul suo volto. E infatti così fu. L’attrice si spaventò per davvero e la sua battuta “You fuckers!” fu improvvisata, non essendo in sceneggiatura.

La nonna ha qualcosa da dire!

Nina Hansen interpreta la nonna della famiglia Manero, personaggio che appare esclusivamente nelle scene girate a casa, come ad esempio quella della cena con i genitori. La nonna non aveva nessuna battuta da copione, ma evidentemente la cosa non andò giù all’attrice, tanto che decise di improvvisare… parlando in italiano! Se vedete la scena in lingua originale, la donna urla spazientita “Basta! Mangia! Mangia!” . John Badham decise di lasciare il suo sfogo nella versione definitiva del film. 




L’articolo La Febbre del Sabato Sera: la scena del ponte, la nonna che improvvisa e Stevie Wonder al posto dei Bee Gees! proviene da Noi degli 80-90.



- Annuncio pubblicitario -