Il libro sulla Regina Elisabetta svela nuovi retroscena sugli ultimi mesi di vita

0
- Annuncio pubblicitario -
Regina Elisabetta II

Gyles Brandreth, ex-deputato e amico e biografo della Famiglia Reale, ha rivelato come la Regina Elisabetta II abbia detto a una dama di compagnia che è stata determinata a tenersi occupata. Questo l’avrebbe aiutata a superare la perdita del principe Filippo, suo marito da 73 anni, avvenuta lo scorso aprile. Brandreth ha scritto che nell’autunno dell’anno scorso la Regina si era spinta così tanto da soffrire di un improvviso calo di energia. Fu esortata dai medici a prendersela più comoda.

LEGGI ANCHE > La Regina Elisabetta è stata settimane senza vedere Filippo: ecco perché

Elisabetta II libro: la nuova biografia svela alcuni retroscena

Quando il Principe Filippo è andato in pensione nel 2017, lui e la Regina Elisabetta II si sono sentiti solo per telefono. La coppia scoprì un nuovo benessere durante l’isolamento e quando questo è stato revocato decise di trascorrere più tempo insieme. La Regina è stata determinata a stare accanto al marito quando è morto, ma Filippo è scomparso troppo rapidamente. Il 9 aprile dello scorso anno il personale non è riuscito a svegliarla in tempo per vederlo. “La vita va avanti. Deve andare avanti”, diceva. Guardando fiction come Line of Duty, la aiutava a tenere alto il morale. Negli ultimi mesi di vita, la sua salute peggiorò rapidamente. Anche se “accettò la situazione con tutta la grazia che ci si aspetterebbe”, in modo commovente.

Principe Filippo

- Annuncio pubblicitario -
- Annuncio Pubblicitario -

LEGGI ANCHE > Ecco come se ne è andata la Regina Elisabetta: reso pubblico il suo certificato di morte

Anche dopo i 90 anni è sempre rimasta al passo con i tempi, utilizzando il  cellulare e inviando messaggi alla famiglia. Aveva un brillante senso dell’umorismo, tanto che le venne l’idea di far aspettare l’attore Daniel Craig mentre firmava una lettera nella sua memorabile scenetta su James Bond alle Olimpiadi del 2012. Ma si è sentita anche a suo agio nel prendere parte a queste acrobazie solo dopo la morte della madre, perché, secondo un assistente anziano, le avrebbe considerate un po’ indegne. Nonostante l’aggravarsi della malattia, ha adorato partecipare allo sketch del Giubileo di Platino di giugno.

LEGGI ANCHE > Jeffrey Epstein, il suo vero bersaglio era la Regina Elisabetta: ecco perché


Regina Elisabetta e Principe Andrea rapporto

La defunta monarca poteva essere anche una madre affettuosa, ma disposta a prendere decisioni difficili come nel caso del suo figlio preferito Andrea. La Regina è sempre stata discreta e non ha mai detto più dello stretto necessario. Non ha esitato a privarlo del suo ruolo dopo la scandalo nel 2019. La Regina ha preso saldamente in mano la situazione. Si è anche lasciata deliberatamente fotografare mentre cavalcava con Andrea nel Windsor Great Park il giorno dopo averlo sollevato dai suoi doveri reali. È stata rimasta al suo fianco anche durante la cerimonia commemorativa di Filippo.

 

- Annuncio pubblicitario -
Articolo precedenteChi era George Best, uno dei più grandi calciatori della storia
Prossimo articoloSinisa Mihajlovic, il ricordo delle figlie su Instagram: “Sei e rimarrai il nostro eroe”
Questa sezione del nostro Magazine si occupa anche della condivisione degli articoli più interessanti, belli e di rilievo editati da altri Blog e dai Magazine più importanti e rinomati presenti nel web e che hanno permesso la condivisione lasciando i loro feed aperti allo scambio. Questo viene fatto gratuitamente e senza scopo di lucro ma col solo intento di condividere il valore dei contenuti espressi nella comunità del web. Quindi…perché scrivere ancora su argomenti quali la moda? Il make-up? Il gossip? L'estetica, la bellezza e Il sesso? O altro ancora? Perché quando lo fanno le donne e la loro ispirazione tutto prende una nuova visione, una nuova direzione, una nuova ironia. Tutto cambia e tutto s’illumina con nuove tonalità e sfumature, perché l'universo femminile è un enorme tavolozza con infiniti e sempre nuovi colori! Un’intelligenza più arguta, sottile, sensibile, più bella… …e il bello salverà il mondo!