Fashion History: come sono nate le iconiche ballerine bicolor di Chanel

0
- Annuncio pubblicitario -

DESKTOP_CHANELMOBILE_CHANEL

Un classico intramontabile, da 36 anni le ballerine bicolor sono sinonimo di stile ed eleganza senza tempo.

Nella moda ci sono capi e accessori che nei decenni diventano vere e proprie icone per generazioni di donne. 

*** It bags: 7 borse icone di ieri e di oggi *** 

Tra queste senza dubbio ci sono loro, le inconfondibili ballerine bicolor di Chanel, emblema di un’eleganza disinvolta e discreta, accessorio simbolo di una femminilità autentica, libera e non “esibita”.

Era il 1957 quando Mademoiselle Gabrielle Chanel immaginò un paio di pumps slingback a due cinturini.
La sua intuizione riguardava soprattutto il doppio colore, beige e nero, che ancora oggi resta nel cuore delle amanti della Maison: questo tratto era infatti ispirato ai modelli maschili Derby e Richelieu di quel periodo. L’abbinamento, come dedusse sapientemente Coco Chanel, ha una doppia funzione estetica: se il beige infatti allunga la gamba snellendola, la punta nera, grazie all’effetto ottico, accorcia il piede.

- Annuncio pubblicitario -

03-SS-1995-RTW-AD-CAMPAIGN-BY-KARL-LAGERFELD_HD

- Annuncio Pubblicitario -




Ancora non si sapeva che quell’ispirazione si sarebbe trasformata quasi 30 anni dopo in un vero must delle collezioni Chanel.

Karl Lagerfeld, per la collezione Ready-to-Wear Primavera Estate 1984, prese spunto dalla pump di Coco Chanel, trasformandola in quella che divenne poi uno dei pezzo iconici del marchio francese: la ballerina bicolor.

01_Ballerinas_in_black_shiny_leather_and_white_patent_leather_G02819_Y53816_C0229_HD

Tutte noi l’abbiamo sognata: semplice ma sofisticata, versatile e facile da abbinare, morbida e super comfy.

Beige con puntale nero, ispirata al mondo della danza così caro a Gabrielle Chanel – che sosteneva l’importanza della libertà di movimento sopra ogni altra cosa – venne indossata dalla supermodella Inès de la Fressange in una campagna pubblicitaria scattata da Helmut Newton.

01-FW_1986-87_HC_(2)_HD

E dopo innumerevoli versioni – trapuntate, decorate da catene intrecciate con pelle o camelie, “logate” con la doppia C, con fiocco, cinturino, in raso di seta, velluto o pizzo, in PVC, tweed, pelle scamosciata o liscia, anticata, metallizzata o verniciata, monocolore o bicolore in accostamenti accesi, le ballerine Chanel continua ancora oggi a essere un must, amata e… anche molto copiata!

I modelli “key” della Primavera Estate 2020? Trapuntate in pelle silver, in vernice a contrasto bianco e nero con effetto shiny e in un’ultima versione in tweed e gros grain navy, rosso e bianco.

03_Silver_ballerinas_in_printed_laminated_leather_G26250_X51756_45002_HD

Intramontabili e irresistibili… qual è la vostra preferita?

02_Navy_red_white_and_black_ballerinas_in_tweed_and_grosgrain_G02819_Y53819_K2193_HD

The post Fashion History: come sono nate le iconiche ballerine bicolor di Chanel appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -