Denise Pipitone, una favola a lieto fine o ennesima illusione?

0
Denise Pipitone compie 20 anni
- Annuncio pubblicitario -

Denise Pipitone, rinasce una speranza. Dopo tanti anni di segnalazioni errate, che hanno lasciato nei familiari della bambina, soltanto lunghi strascichi di deludente attesa e rabbiosa delusione, si riaccende un lumicino… 



Una somiglianza impressionante. Una segnalazione. E le vene, il cuore, mai sopiti, si sono rimessi a battere, Celano una speranza fredda, perché si ha paura di un’ennesima, tristissima delusione, ma una speranza c’è. Seppur piccola.

Un’infermiera russa che da vent’anni vive in Italia, vedendo la mamma di Denise è rimasta sconvolta dalla somiglianza con una ragazza russa che oggi ha 20 anni, esattamente l’età che avrebbe Denise.

La ragazza russa si chiama Olesya Rostova ed è apparsa in televisione. Cercava sua madre. Da quel momento si è messa in moto la macchina della speranza. A quanto è dato sapere alla ragazza è stato prelevato un campione di DNA, che successivamente sarà messo a confronto con quello dei genitori di Denise. È l’unica strada per conoscere la verità. Bella o brutta che sia. La mamma di Denise, la signora Piera Maggio, rimane in un’attesa, sospesa tra il lieto fine di una favola e la parola fine di una tragedia.

- Annuncio pubblicitario -

- Annuncio Pubblicitario -


Denise Pipitone Olesya Rostova

Cosa succederà ora?

Anni di trepidanti attese, di segnalazioni di avvistamenti che si susseguivano in ogni angolo della nostra penisola ed anche fuori. Descrizioni che lasciavano trasparire somiglianze possibili, man mano che la bambina cresceva e diventava grande. Alla fine, come sempre, ascoltare quelle parole: “No, non è Denise”. Le lacrime, forse, non ci sono più, ora si ha soltanto voglia di un sorriso. Grande. Accogliente.

L’avvocato della famiglia Pipitone si recherà in Russia.

Lui stesso ammette che questa volta vale la pena andare fino in fondo, fino al confronto tra i vari DNA. Non rimane che attendere l’esito di questi risultati. Ma qualunque esso sia, tutta questa ansiosa attesa è l’ulteriore, ennesima conferma, di come la storia di questa bambina sia entrata nel cuore di tanti. Di tutti.



- Annuncio pubblicitario -

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.