Coronavirus, anche J.K. Rowling contagiata: il racconto della “mamma” di Harry Potter

0
- Annuncio pubblicitario -

J.K. Rowling

è stata vittima per due settimane dei sintomi della Covid-19, ma si è “completamente ripresa”. La creatrice della saga di Harry Potter e sceneggiatrice del terzo capitolo di Animali fantastici, il cui set in Brasile è stato interrotto a causa dell’emergenza sanitaria, ha twittato per rassicurare i fan sul suo stato di salute e ringraziare le persone per i loro messaggi di affetto.

- Annuncio pubblicitario -

Ora sta bene

La mamma di Harry Potter non ha scritto, però, solo per ringraziare, ma lo ha fatto anche per spiegare il modo in cui ha alleviato i sintomi respiratori più fastidiosi. La scrittrice ha condiviso una tecnica, raccomandata dai medici del Queen Hospital del Regno Unito, che per lei è stata di giovamento: «Non costa nulla, non ha effetti collaterali negativi, ma potrebbe aiutare molto te e i tuoi cari, come ha fatto con me», ha scritto.

Harry Potter a casa

Da quando è scoppiata l’emergenza, la scrittrice ha lanciato, con grandissimo successo, il sito Harry Potter at home. Pieno di giochi, quiz, libri, percorso interattivi è nato per fare compagnia alle famiglie durante le settimane di isolamento. 

«Genitori, insegnanti e assistenti, che lavorano per far divertire e mantenere attivi i bambini mentre siamo in lockdown, potrebbero aver bisogno di un po’ di magia», ha detto Rowling al lancio. Del resto «da oltre vent’anni Hogwarts è stata una via di fuga per tutti, per lettori e fan, giovani e meno giovani», hanno aggiunto gli organizzatori del sito.

L’articolo Coronavirus, anche J.K. Rowling contagiata: il racconto della “mamma” di Harry Potter sembra essere il primo su iO Donna.

- Annuncio pubblicitario -