Armie Hammer è stato accusato di violenza sessuale

0
- Annuncio pubblicitario -
armie hammer Armie Hammer è stato accusato di violenza sessuale

Foto via web

Il caso di Armie Hammer non accenna a sgonfiarsi e, dopo le voci sul suo presunto cannibalismo, nuove accuse continuano a susseguirsi nel tempo come tessere di un domino che cadono l’una dopo l’altra.

Nelle scorse ore il protagonista di “Chiamami col tuo nome” è ritornato agli onori della cronaca a causa delle accuse di stupro e violenza fisica da parte di una donna della quale conosciamo soltanto il suo nome, Effie. 

- Annuncio Pubblicitario -

Nella giornata di ieri, la presunta vittima ha indetto una conferenza stampa condotta dal suo avvocato Gloria Allred che non ha voluto spiegare che la sua cliente sia la Effie del profilo Instagram “House Of Effie“.

- Annuncio pubblicitario -

“Pensavo che mi avrebbe ucciso” ha raccontato la donna “Il 24 aprile del 2017, Armie Hamemr mi ha stuprata violentemente a Los Angeles per quattro ore.” ha detto Effie su Variery “Durante quelle quattro ore ha sbattuto la mia testa contro il muro e mi ha provocato ferite sul viso. Ha anche commesso altri atti di violenza contro di me senza il mio consenso.”

Effie ha raccontato di aver conosciuto Armie su Facebook quando aveva 20 anni.

“Spesso metteva alla prova la mia devozione per lui.” ha continuato “Ha abusato di me mentalmente, emotivamente e sessualmente. Mi sono innamorata subito di lui, ma poi ho capito che le sue erano tattiche di manipolazione.”


La smentita da parte di Hammer non è tardata ad arrivare, l’attore ha parlato per mezzo del suo avvocato e si è detto pronto a indire una conferenza stampa per dire la sua.

“Non ho mai voluto mettere in imbarazzo Effie o esporre pubblicamente i suoi feticci e i desideri sessuali stravaganti, ma ora ha aggravato la questione a un livello tale da spingermi ad assumere un avvocato civile per indire una conferenza stampa.” si legge nel comunicato emanato dal legale dell’attore “Sicuro che la verità sia dalla sua parte, il signor Hammer accoglie con favore l’opportunità di mettere le cose in chiaro. Fin dal primo giorno ha sostenuto che le sue interazioni con Effie – e con ogni altra partner sessuale- sono state completamente consensuali, discusse e concordate in anticipo e reciprocamente partecipative. La ricerca di attenzioni di Effie renderà soltanto più difficile ottenere la giustizia che meritano alle vere vittime di violenza sessuale.

 

- Annuncio pubblicitario -