Refresh-capi-accessori-DESKRrefresh-capi-accessori-EVI

Sapete che bastano poche e semplici accortezze per avere un guardaroba praticamente nuovo?

In queste giornate a casa, abbiamo approfittato del tempo a disposizione per fare tutta una serie di attività a cui difficilmente avremmo pensato. 

Abbiamo fatto il decluttering dell’armadio, abbiamo persino imparato a cucire (o almeno ci abbiamo provato) per sistemare orli e rammendi abbandonati da tempo. 

Ma questa può essere anche l’occasione per fare una riflessione utile sulle nostre abitudini. Siamo sempre più abituati ad acquistare, la moda ci propone continuamente nuove collezioni e non cedere alla tentazione è difficile.

Il low cost ci permette di seguire i trend senza troppi sensi di colpa per il portafoglio. Ma  basta poco per accorgerci che nei nostri armadi c’è davvero  tanto e spesso quello che abbiamo non è tenuto come dovrebbe. 

Ed è un peccato, perché certi capi o accessori, se mantenuti con cura, possano durare per anni e diventare dei veri capisaldi del nostro guardaroba e del nostro stile personale. Ma bisogna dedicare loro tempo e un po’ di manutenzione!

Oggi vi proponiamo 4 semplici tricks che vi aiuteranno ad avere, con poco sforzo, un armadio come nuovo e decisamente chic e curato.

Sono consigli semplici, molti dei quali imparati dalle nostre mamma e dalle nostre nonne, vere esperte nel mantenere e tramandare capi e borse come nuove (e che sono state passate di generazione in generazione).

Pronte? 

1. Cambiate i bottoni (e occhio ai dettagli)

 

 

1_bottoni-getty

(Photo credits: Getty Images)

Trucco veloce, quanto semplice. Per dare un refresh istantaneo a un cappotto o una giacca basta cambiare i bottoni.
Potete sceglierne alcuni particolari, magari gioiello, perfetti per dare immediatamente un allure sofisticato anche a quel cardigan un po’ triste che stazionava nell’armadio. 
Quando parliamo di capi low cost, alcune finiture e dettagli non sono spesso all’altezza delle aspettative. Fibbie e bottoni sono le prime cose che potete modificare per dare un’allure più chic e originale (e costoso) ai vostri look! 

Altra attività molto utile (e che andrebbe fatta regolarmente) è fare un check dello stato dei bottoni presenti: quante volte avete notato che “dondolavano” o stavano per staccarsi?
Questo rende il cappotto o la giacca subito trasandati. Armatevi di ago e filo e assicurateli uno a uno, rinforzando quelli che vi sembrano più “pericolanti”. 

Date un’occhiata anche a cuciture e dettagli: fili che pendono e fodere scucite sono le prime cose da notare (e sistemare)!

2. Pulite e riponete bene le scarpe

1_scarpe-pulizia-shutterstock

(Photo credits: Shutterstock)

Le nostre nonne lo sapevano bene: pulire regolarmente e lucidare le scarpe le fa vivere più a lungo

Nella frenesia quotidiana le abbandoniamo un po’ dove capita. L’ideale sarebbe cercare di spazzolarle e lucidarle con regolarità con i prodotti appositi. Potete usare una spazzola a setole morbide, ad esempio, o una pezzuola per pulirne la superficie.

In caso di piccole macchie, se non disponete di prodotti specifici, potete procedere con un batuffolo di ovatta o dischetto imbevuto di latte detergente o sapone di marsiglia e acqua tiepida (ma fate qualche test prima su una parte meno visibile per controllare come reagisce il pellame e se rimangono aloni).

Attenzione al camoscio: necessita di una spazzola a setole in gomma per non “graffiarlo” e non va bagnata con acqua (per piccoli segni, provate con una gomma da cancellare).

Importante: oggi più che mai, ricordate di passare delle salviette igienizzanti sulla suola, soprattutto se volete riporle per il cambio di stagione.

Prima di mettere le scarpe via (soprattutto se non le utilizzerete per molti mesi), riempitele con veline e fogli di giornale: la pelle manterrà meglio la forma ed eviterete anti estetiche pieghe (nel caso di stivali e stivaletti è fondamentale).

Riponetele a fine stagione nelle loro scatole e in sacchettini di plastica trasparente per proteggerle dalla polvere.

Ricordate: un paio di scarpe poco curate, sporche e segnate “abbassano” subito tutto il look!

3. Prendetevi cura delle borse 

1-borse-manutenzione-irene-kredenets-unsplash

(Credits: Photo by Irene Kredenets on Unsplash)

Lo sappiamo bene, gli accessori sono un’investimento sicuro per “elevare” anche il look più semplice e le borse, da questo punto di vista, hanno un ruolo davvero importante. 

Quindi è necessario “maneggiarle” con attenzione e prendersene massima cura se vogliamo che ci accompagnino nel tempo (soprattutto se parliamo di borse dal costo “importante”). 

Se utilizzate una borsa per un periodo lungo, ricordate settimanalmente di svuotarla e aspirare l’interno o quanto meno ripulirlo. Sul fondo si annidano polvere, pezzi di carta e molto altro. 

Prima di riporla (soprattutto se la metterete via per il cambio di stagione) ricordate di imbottirla con carta di giornale ben modellata o velina. In questo modo eviterete che la pelle prenda una brutta piega e si segni. 
Inoltre, se potete, usate gli appositi sacchettini in tela (le duster bags) che le preserveranno dalla polvere. 

In caso di macchie o per pulirle, come vi anticipavamo prima per le scarpe, potete utilizzare un dischetto di cottone con del latte detergente neutro e fregare leggermente, lasciate poi asciugare all’aria. Potete, in alternativa, provare anche con del normale latte vaccino. 

Ricordate: è importante, soprattutto in questo momento, igienizzare i manici (usate delle normali salviette igienizzanti in commercio)!

In caso di borse in camoscio NON usate l’acqua. Esistono spray appositi per pulire a secco questo materiale super delicato. 

4. Maglie e maglioni: istruzioni per l’uso

1_maglioni-dan-gold-unsplash

(Credits: Photo by Dan Gold on Unsplash)

Non c’è niente di peggio – e che fa subito “vecchio” – di un maglione con i “pallini”.
Partiamo dal presupposto che è sempre meglio prediligere capi e materiali di buona qualità per evitare questo effetto.

Però a volte capita, a causa dello sfregamento con i cappotti e le giacche, che anche il miglior  cashmere possa giocarci qualche scherzo. Armatevi di un  levapelucchi (online ne trovate di diversi tipi e fasce prezzo) per togliere il grosso senza “stressare” le fibre. 

Ricordate sempre di piegarli con cura e riponete sempre quelli più delicati (quelli realizzati in fibre come cashmere e pura lana) in sacchettini di plastica con la zip. Eviterete spiacevoli sorprese a opera di tarme e affini.

Ricordate di mettere sempre foglietti di essenze o sacchettini di lavanda per mantenerli belli profumati. 

The post #IoRestoACasa: 4 tips semplici per avere un guardaroba come nuovo (e sempre chic) appeared first on Grazia.

Buy traffic for your website