Pelle: come scegliere lo struccante giusto

0
- Annuncio pubblicitario -









Progetto senza titolo copiaProgetto senza titolo

La corretta detersione passa anche dalla scelta dello struccante giusto. Latte detergente, acqua micellare, burro, olio struccante o struccante bifasico?

Conoscete la double cleansing? La doppia detersione è un rituale sudcoreano che prevede l’utilizzo di due detergenti differenti per pulire in profondità la pelle a fine giornata: primo step oleoso, secondo detergente in mousse o in crema per eliminare completamente i residui di make up e sporcizia dal viso. Da effettuare soprattutto se vivete in città, si può fare tutti i giorni ed è adatto praticamente a tutti i tipi di pelle grazie alla differente texture dei prodotti.
Ma se il tempo scarseggia e la pigrizia avanza? No panic, basta scegliere il giusto struccante così da detergere in profondità e andare a letto con la pelle veramente pulita.

Latte detergente

È il prodotto più classico per struccarsi, adatto a tutti i tipi di pelle grazie alla sua texture leggermente cremosa e a una formula poco aggressiva ideale per le pelli super sensibili, inoltre è una coccola in più per il viso soprattutto durante la stagione più fredda. Si applica con il dischetto di cotone, in alternativa può essere massaggiato anche sul viso, e dev’essere risciacquato a fine detersione per poi passare un tonico così da riequilibrare la pelle.

Acqua micellare

Da quando nel 2013 è sbarcata anche sul mercato italiano, è diventata una degli struccanti più diffusi. La sua particolarità è che oltre a struccare al tempo stesso deterge e idrata, in pratica 3 azioni con una sola passata. Perfetta per quando si è in viaggio, è ideale anche per le più pigre ed è perfetta tutto l’anno e per tutti i tipi di pelle.

Struccante bifasico

Un’agitata e via. Composti da acqua e oli detergenti, sono perfetti per il make up waterproof e a lunga tenuta. Delicato, è perfetto per le zone sensibili del viso, labbra e occhi ed è consigliato soprattutto per le pelli più sensibili.

Olio struccante

È adatto anche per le pelli miste e grasse? Sì! Nonostante quello che si può pensare della consistenza oleosa, questo tipo di struccante rispetta gli oli naturali epidermici: questo vuol dire che non sono eliminati durante la detersione perché la formulazione non è aggressiva. In pratica, la pelle non produce più sebo per riequilibrare la pelle che, anzi, appare completamente detersa e asciutta.

Burro e balsamo struccante

Vera e propria coccola, questa tipologia di struccante è adatta in inverno e per i momenti di vero relax, quando ci si vuole concedere qualche minuto in più. Dalla consistenza letteralmente burrosa, o comunque balsamo, questi struccanti sono adatti per tutti i tipi di pelle tranne per quella grassa che risulterebbe troppo appesantita dalla ricchezza e dai componenti nutritivi di queste formule.

The post Pelle: come scegliere lo struccante giusto appeared first on Grazia.

- Annuncio pubblicitario -